Domenica, 17 Ottobre 2021
Ostia

Ostia, Anffas: nasce l'agenzia per l'inserimento lavorativo delle persone con disabilità

La presidente della Onlus: Nostro ruolo è promuovere l'inserimento e l'integrazione lavorativa delle persone con disabilità

Nasce nel X Municipio la prima agenzia lavoro specializzata per l’inserimento lavorativo per le persone con disabilità dell’intera Area Metropolitana di Roma Capitale e regionale. Un progetto rivoluzionario che Anffas Ostia Onlus ha portato avanti in questi mesi e che finalmente da sogno si è trasformato in realtà.

Ho il diritto di lavorare, voglio la mia opportunità, voglio essere utile agli altri. “È da questi presupposti che nasce la nostra idea - spiega il presidente della Onlus, Ilde Plateroti -. Si tratta di un progetto che vuole combattere il mero assistenzialismo e dare l’opportunità a tutti, anche alle persone con disabilità, di costruire il proprio futuro in ambito lavorativo. Il ruolo di Anffas Ostia? Promuovere l'inserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità nel mondo del lavoro attraverso servizi di sostegno e la realizzazione del cosiddetto principio del collocamento mirato. Sia le aziende pubbliche che private sono tenute ad avere alle loro dipendenze lavoratori appartenenti alle categorie di cui all'articolo 1 della L. 68/99 che ne stabilisce il numero effettivo e le quote di riserva. Per poter attuare questa disposizione manca però una concreta rete territoriale rispetto alle risorse e ai bisogni del territorio. Oggi, pur di fronte a una legge, l’accesso delle persone disabili nel mondo lavorativo è praticamente una chimera tanto che l’Italia corre i rischi di una procedura d'infrazione da parte dell’Unione Europea, per il mancato rispetto delle applicazione della norma”.

“Il progetto - spiega il dg Anffas Ostia, Stefano Galloni - si svilupperà in dieci fasi. La prima sarà quella di dare gli strumenti al ragazzo per poter entrare nel mondo del lavoro, formandolo e sviluppando insieme autonomia e competenze. Poi ci sarà la ricerca dell’occupazione vera propria, quella che meglio si adatti alle competenze relazionali e lavorative. Da qui poi ci muoveremo per incrociare i dati che saranno in nostro possesso: le esigenze delle aziende e i profili più idonei, proseguendo con l’inserimento lavorativo del ragazzo che sarà affiancato da un tutor associativo, il quale avrà il compito di seguirlo nei suoi primi passi ma anche successivamente. Il tutto naturalmente è finalizzato non solo a ottenere un contratto di lavoro, ma a creare le condizioni affinché i ragazzi siano una risorsa per sé e per le imprese che li assumeranno che è poi l'obiettivo principe della rete Anffas in Italia per il lavoro di cui siamo parte”.

Alla presentazione era presente il consigliere dell’Area Metropolitana, On. Michela Califano che si è impegnata a portare questa innovativa idea sia nel consiglio dell’ex Provincia di Roma, sia in Regione Lazio che al Governo. “Quello di Anffas Ostia - ha spiegato - è un progetto che va supportato in ogni modo. A Fiumicino organizzeremo presto una tavola con le realtà imprenditoriali del luogo. E cercheremo di fare lo stesso negli altri Comuni che compongono l’ex Provincia di Roma. Cercheremo di sensibilizzare sia la Regione Lazio che il Governo a fare in modo che progetti come questi diventino una costante e non una tantum”.

“Come associazione lavoriamo da tempo all’inserimento lavorativo dei nostri ragazzi - spiega l'assistente sociale Patrizia Trivellato -. Proprio da questa esperienza è nata l’idea di metterci al servizio di tutti i ragazzi del litorale romano e dell’Area Metropolitana oltre che regionale, creando una rete territoriale efficace, efficiente e competente. L’inserimento lavorativo delle persone con disabilità con alto e medio funzionamento consentirà inoltre di poter liberare risorse economiche e servizi per persone con disabilità grave. L’idea è creare poi una partnership con realtà già esistenti: penso alla Città dei Mestieri o il Centro di orientamento al lavoro Pier Paolo Pasolini, con Asl e altre importanti strutture”. 

“Accadde per i primi servizi per le persone con disabilità sul litorale romano. Accade oggi con questo importante servizio per l'inserimento lavorativo - continua il direttore generale Stefano Galloni -. Anffas Ostia è ormai dagli anni Ottanta un punto di riferimento non solo nel X Municipio ma in tutta la Regione Lazio. Soltanto dove c'è reale competenza, scientificità, aggiornamento costante e passione vi è possibilità di successo per quella che è una rivoluzione di pensiero e che ha già dei risultati di cui parlare. Finti tecnicismi, sofismi da progetti sociali qui non sono applicabili né è possibile interpretare a piacimento ciò che ormai è di dominio pubblico. È la più grande forza del sistema associativo rispetto agli altri che spingono al mero assistenzialismo, forma di controllo di persone e lavoratori. I decisori politici e burocratici hanno apprezzato e stanno apprezzando ciò che avevamo inserito da tempo in ogni nostra progettazione. Ne siamo fieri ma la strada è lunga e da percorrere con umiltà”.

Anffas Ostia Onlus sarà la sede referente e guida per il Lazio al tavolo ristretto di Anffas Nazionale che fungerà da punto di riferimento per le altre 168 realtà nazionali per l’approfondimento del tema lavoro, con l’obiettivo di diffondere l’esperienza su più territori, sensibilizzare e diffondere la costruzione di un modello di rete Anffas per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale. Ulteriore obiettivo sarà la costituzione di Agenzie Lavoro specializzate, come nel caso di Anffas Ostia Onlus e di altre consorelle, a partire dall'esperienza eccellente, ormai trentennale, di Anffas Milano e Consorzio SIR. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, Anffas: nasce l'agenzia per l'inserimento lavorativo delle persone con disabilità

RomaToday è in caricamento