Ostia Ostia / Via delle Sirene

Ostia, Casapound denuncia: "Siamo stati aggrediti davanti al Teatro del Lido"

Marsella (Cpi): "Tre nostri militanti sono stati aggrediti da 70 antifascisti. Hanno usato caschi e bottiglie e distrutto la nostra macchina" Tomaino e De Vecchi del Pdl condannano il fatto

Il responsabile del litorale romano dell'associazione Casapound Luca Marsella, con altri due militanti denuncia di essere stato aggredito da 70 'antifascisti' in via delle Sirene ad Ostia a colpi di caschi e bottiglie: "Siamo stati riconosciuti mentre transitavamo davanti al Teatro del Lido dove si svolgeva un raduno di colletivi e centri sociali romani - ha spiegato Marsella in una nota - e assaliti da 70 persone armate di caschi e bottiglie di vetro. Scesi dall'autovettura siamo riusciti a difenderci, evitando la peggio e riportando soltanto lievi ferite. Il tutto è durato una decina di minuti, prima dell'arrivo delle forze dell'ordine che ci hanno identificato ed invitato ad allontanarci, ignorando gli aggressori che fuggivano all'interno del teatro al loro arrivo". 

"Riteniamo grave quello che è successo. - ha continuato Marsella - Da parte nostra c'è solo la volontà di andare avanti per la nostra strada, di continuare a costruire perché non abbiamo tempo da perdere con chi vuole solo distruggere. C'è tanto da lavorare sul nostro territorio e quello che è successo ce lo siamo già lasciato alle spalle, consapevoli che difenderemo sempre il nostro diritto ad esprimere le nostre idee e a camminare a testa alta".

Anselmo Tomaino, consigliere provinciale di Roma e William De Vecchis, consigliere comunale di Fiumicino, entrambi del Pdl, in riferimento all'aggressione avvenuta, hanno condannato il fatto in una nota: "Ancora una volta dobbiamo registrare un'aggressione ai danni di alcuni giovani militanti di destra da parte dei collettivi di estrema sinistra. Un' aggressione gratuita figlia dell’intolleranza politica che deve essere condannata con forza da tutte le parti politiche e dalla società civile. Ci auguriamo che le forze dell’ordine chiariscano il prima possibile quanto accaduto, e che le istituzioni si attivino affinché il confronto prevalga sullo scontro. Condanniamo questa aggressione rammaricati che l’ordine del giorno presentato al consiglio della Provincia di Roma, nel quale dispositivo si chiedeva una ferma condanna nei confronti degli atti di violenza dei collettivi di estrema sinistra attivi ad Ostia, sia stato con pregiudizio ideologico respinto dalla maggioranza del centro sinistra".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, Casapound denuncia: "Siamo stati aggrediti davanti al Teatro del Lido"

RomaToday è in caricamento