menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nubifragio: la conta dei danni ad Ostia Anticia, Acilia e Infernetto. Pino crollato ad Ostia

Ostia Antica, Acilia, Dragona, Infernetto e Bagnoletto sono le zone più colpite

Qualche timido raggio di sole fa capolino tra le nuvole. Il X Municipio si risveglia così con strade allagate, macchine in panne o 'affondate' e garage o sottoscala completamente sommersi d'acqua. Ad Ostia, ieri intorno alle 22 e 30, è crollato un grosso pino all'altezza di via della Acque Rosse angolo viale dei Romagnoli proprio a pochi passi dal campo Rom abusivo che tanto sta facendo discutere in questi giorni. Il Servizio Giardini, già dalle prime ore del mattino, si è messo all'opera per rimuoverlo visto che la caduta ha causato anche la chiusura, temporanea, della strada.

Ostia Antica, Acilia, Dragona, Infernetto e Bagnoletto sono le zone più colpite. Il Canale dei Pescatori, Collettore Primario e il canale della Lingua hanno rischiato più volte di trasbordare. All'Idroscalo, invece, allagate anche a causa della risacca creata dal Porto turistico di Ostia.

I volontari della Croce Rossa sono durati tutta la notte. La Cri ha infatti allestito a palestra dell’istituto comprensivo Parini, in via delle Azzorre 314 a Ostia, dove tutti coloro che hanno dovuto abbandonare la loro abitazione, a causa degli allagamenti e delle esondazioni che hanno colpito tutto il territorio del X Municipio, hanno trovato riparo. Stesso lavoro di accoglienza anche nell’istituto comprensivo Alessandro Magno, in via Oscar Ghiglia 266 ad Acilia, dove saranno accolte altre 80 persone.

Nelle prossime ore è prevista ancora pioggia intensa. Ieri il sindaco di Roma Ignazio Marino ha visitato alcune delle zone colpite dal maltempo tra Ostia Antica e Bagnoletto. "Il territorio del X Municipio ha bisogno di investimenti forti e strutturali che vanno nella direzione della messa in sicurezza dal rischio e dal dramma idrogeologico”. Ha commentato in una nota il presidente del X Municipio di Roma Capitale Andrea Tassone.

All'Axa, i lavori di manutenzione hanno resistito. I lavori eseguiti per la rotonda di via Eschilo si sono rivelati non solo molto accurati, ma addirittura fondamentali per il deflusso dell'acqua, che si rovescia come una cascata da Malafede e via di Acilia, per scorrere sempre più vorticosamente lungo le discese di via Eschilo e di via Archiloco. "Il segreto è nel grosso diametro delle tubature che, seguendo il parere dell'Ingegner Lattanzi, il consulente tecnico che ha seguito passa passo i lavori, il Consorzio ha preteso venissero utilizzate". Fa sapere il Consorzio Axa.

Da ieri pomeriggio sono stati una decina gli interventi della Polizia di Roma Capitale X Gruppo Mare per autoveicoli bloccati nel quartiere di Malafede e sulla via Ostiense a causa delle buche create dal nubifragio. Quattro gli incidenti avvenuti alle 5 di questa mattina, nell'arco di 15 minuti, per dissesto stradale al km 15,900 della via Ostiense. Questa mattina è stata riaperta la circolazione stradale sulla via del Mare in entrambi i sensi di marcia.

Sono state oltre 200 le chiamate ricevute dalla centrale operativa della Polizia Locale di Ostia per segnalazioni di problemi legati al maltempo. Le zone più colpite dagli allagamenti sono state Ostia Antica, Bagnoletto e Infernetto. Seminterrati allagati anche in piazza Anco Marzio a Ostia. "Per affrontare l'emergenza - ha detto Giovanni Mancini, vicecomandante della Polizia Locale di Roma Capitale X Gruppo Mare - è stato disposta da subito la messa su strada di tutte le unità disponibili. Al comando di via Capo delle Armi a Ostia è rimasto solo il personale a disposizione della sala radio e dell'unità di crisi".

Massimo Gargano Presidente dell’ANBI (Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni) a Radio Manà Manà ha dichiarato: "Ostia e le aree vicino sono le zone di maggior criticità, se dovesse aumentare l’intensità della pioggia sarebbe un disastro, non siamo in grado di dire se il reticolo potrebbe reggere rispetto alla pressione delle case, dei tetti, del cemento e dell’asfalto. Bisogna sbloccare i fondi della gestione commissariale nominata dal Ministero dell’Ambiente e l’amministrazione regionale deve attivare un tavolo che vada a leggere la progettualità che già esiste e diventi protagonista della sua realizzazione”.

Vi ricordiamo che la sala operativa della Protezione civile centrale risponde al numero 06.67109200 o al numero verde 800.854854. La sala operativa del Comando della Polizia locale di Ostia, attivata per le segnalazioni, risponde al numero 06.67696268.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento