Ostia

Ostia: in 30mila per il concerto di Barbarossa, Britti e Mannoia

Al termine del concerto, lungo spettacolo di fuochi d'artificio, che ha intrattenuto il pubblico per mezz'ora con girandole pirotecniche, rappresentazioni e giochi di luce, bengala e fuochi d'artificio di terra e d'acqua

Un Ferragosto d'autore, anzi di musica quello di ieri tenutosi ad Ostia. Circa trentamila persone, al Pontile, hanno ascoltato il concerto gratuito di tre grandi cantautori romani, Luca Barbarossa, Fiorella Mannoia e, a sorpresa, Alex Britti che non era stato annunciato nel preview iniziale. La serata, infine, si è conclusa con uno spettacolo pirotecnico d'eccezione con fuochi d'artificio di terra e d'acqua, luci a effetto e bengala. Il tutto sostenuto dall'Assessorato alle Attività Produttive e Litorale di Roma Capitale, che hanno concesso anche la facoltà ai negozi del XIII Municipio di rimanere aperti fino all'una di notte, allo scopo di coniugare così shopping e musica d'autore.

"Anche quest'anno - ha detto l'Assessore Bordoni - il Ferragosto sul litorale romano è stato un appuntamento all'insegna della spensieratezza e dell'allegria, con un concerto d'eccezione che ha riunito al Pontile tre grandi cantautori romani. È stato un evento con un grande boom di presenze sul mare di Roma, che si conferma sempre di più un luogo di grande attrattiva che non ha nulla da invidiare alle altre località balneari e turistiche del paese. Desidero rivolgere un ringraziamento ai tre artisti che hanno regalato una serata indimenticabile e uno tra i più importanti eventi che si siano realizzati negli ultimi anni a Ostia". Gli spettacoli a Ostia, però non finiscono qui e proseguono con Ostia Classic: Nico Fidenco il 23 agosto, Ornella Vanoni l'11 settembre, oltre a tributi a grandi cantautori internazionali e nazionali come i Beatles il 10 settembre, Astor Piazzola il 13 settembre e Mina il 15 settembre

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia: in 30mila per il concerto di Barbarossa, Britti e Mannoia

RomaToday è in caricamento