Ostia Ostia

Il Lazio "apre" all'estate dal primo maggio, ma Roma resta chiusa: ad Ostia al mare dal 15

Il consigliere Paolo Ferrara dà il simbolico taglio del nastro alla prossima stagione estiva: "Questo anno i varchi diventano 23 perché si aggiunge la nuova spiaggia libera S.P.Q.R. e saranno presidiati"

Il mare di Roma resta chiuso il primo maggio. O meglio chi sceglierà di andare in spiaggia tra Capocotta e Ostia nel prossimo week end, rischia di trovarsi montagne di rifiuti e arenili non bonificati. In vista della Festa dei Lavoratori, primo banco di prova vero dopo le riapertura del Lazio in zona gialla, la Regione Lazio ha dato il via libera per inaugurare la stagione estiva, la seconda in epoca Covid, disegnandone anche le linee guida.

La data per la riapertura degli stabilimenti balneari e delle spiagge libere di Roma, infatti, è fissata al 15 maggio. A darne notizia è il consigliere comunale Paolo Ferrara, esponente del M5s in Campidoglio e deus ex machina pentastellato nel municipio del mare. 

"Nel nostro Piano strategico per la stagione balneare 2021 vengono fissate le norme che regolano l'accesso alle spiagge libere di Ostia, Castelporziano e Capocotta da maggio a settembre", scrive su Faceook il consigliere anticipando anche la sindaca Virginia Raggi che, ad oggi, ancora non ha pubblicato la nuova ordinanza balneare.

Ostia si ispira a Venice Beach, un villaggio dello sport su aree verdi e spiaggia libera

Per andare in spiaggia anche questo anno ci sarà Seapass, la web-app raggiungibile da sito internet per cellulari e tablet per informare in tempo reale i cittadini sullo stato di ricettività delle spiagge, che tanto ha fatto discutere l'anno scorso. La app - non scaricabile quindi - servirà per evitare sia assembramenti ai varchi di accesso sia spostamenti sul litorale quando non c'è disponibilità di posti. Non ci saranno invece le paline (come quelle in foto).

"Ci saranno regole sull'uso delle spiagge per le quali sono state individuate una serie di azioni e misure che mirano ad un controllo diretto delle spiagge libere da parte del Comune di Roma. - ha assicurato Ferrara - La linea guida per la redazione di questo Piano è stata: consentire il libero accesso ai cittadini, garantendo la sicurezza sia sull’arenile sia fuori dalle spiagge. Sanificazioni costanti, cartelli informativi e controlli puntuali per rendere le spiagge sicure e accoglienti".

Questo anno, inoltre, i varchi diventano 23 perché si aggiunge la nuova spiaggia libera S.P.Q.R. e saranno presidiati – come lo scorso anno - da un operatore che controlla sia le persone in entrata che in uscita, inserendo su un palmare i dati delle presenze in tempo reale. "Naturalmente grazie alla nuova pista ciclabile si potrà andare al mare in bicicletta o con il monopattino elettrico in modalità sharing, dal Porto Turistico di Roma a via Cristoforo Colombo. Deve essere una stagione di rinascita. Teniamo alta la guardia", ha concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lazio "apre" all'estate dal primo maggio, ma Roma resta chiusa: ad Ostia al mare dal 15

RomaToday è in caricamento