rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Ostia Ostia / Corso Duca di Genova, 22

Ostia, nuova caserma vigili e Giudice di Pace: dopo 12 anni inizia il restauro dell'ex Gil

Utilizzato dagli anni '70 come scuola, dal luglio 2009 l'edificio è stato dichiarato inagibile e di conseguenza chiuso

Una nuova caserma della Polizia Locale per gli agenti del X Municipio, gli uffici del Giudice di Pace di Ostia e un operation center per la smart city. Il complesso dell'ex Gil rinasce e tornerà ad essere operativo, dopo che era stato chiuso nel 2009. L'edificio, nato per dare una casa ai Balilla del litorale durante il ventennio fascista, cambia look. Ora ufficialmente. Oggi è stato idealmente tagliato il nastro dell'avvio dei lavori che dovrebbero (condizionale d'obbligo) durare poco meno di due anni.

Grazie al progetto denominato "De.Si.Re. - Decoro, Sicurezza, Resilienza nella periferia romana" sono stati investiti dal Campidoglio circa 7 milioni di euro per interventi che puntano a ricucire il tessuto urbano. Soldi che si vanno ad aggiungere a quelli messi in campo dal Governo con i fondi per le periferie del 2018

"L'ex Gil da simbolo di degrado si trasformerà in simbolo di legalità. Un progetto importante che restituirà ai cittadini un edificio storico e un presidio sul territorio grazie alla nuova sede del Gruppo X della Polizia Locale di Roma Capitale, del Giudice di Pace di Ostia e dello Smart City Lab. Inoltre recupereremo oltre 1,2 milioni di euro di affitto passivo che potranno così essere investiti in opere sul territorio", ha commentato la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Un progetto ambizioso e importante per i cittadini del X Municipio che lo aspettavano da tempo, ma soprattutto una sede prestigiosa per i nostri agenti della Polizia Locale", aggiunge la presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo. 

Il progetto di riqualificazione della struttura era già stato presentato dalla sindaca Virginia Raggi e dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti a settembre 2017. Ora, l'iter, si è finalmente sbloccato. 

L'ex Gil è un immobile storico sul litorale di Ostia. Utilizzato dagli anni '70 come scuola, dal luglio 2009 l'edificio è stato dichiarato inagibile e di conseguenza chiuso. Stando al progetto presentato, le facciate esterne saranno ripulite e sanate dal degrado, mentre gli spazi interni saranno coinvolti da un riordino in modo da renderli conformi al nuovo utilizzo, oltre alla messa a norma di tutte le componenti impiantistiche.

L'edificio, come detto, ospiterà la nuova sede del Gruppo X della Polizia Locale di Roma Capitale, del Giudice di Pace di Ostia e dello Smart City Lab. L'operazione consentirà all'Amministrazione capitolina di risparmiare 1,2 milioni di euro l'anno: risorse che attualmente vengono spese per pagare l'affitto della sede degli uffici della Municipale. 

Entusiasta anche il consigliere comunale Paolo Ferrara: "Queste sono le differenze con il passato e le prospettive per il futuro. L'impresa ha avviato le macchine e inizia dunque il conto alla rovescia che porterà altra sicurezza sul territorio e forti risparmi per le casse comunali. L'immobile ospiterà anche un presidio di legalità al centro di Ostia. La sezione Smart City sarà un luogo dove lavorare alle strategie di pianificazione urbanistica tese all'ottimizzazione e all'innovazione dei servizi pubblici così da mettere in relazione le infrastrutture del mare di Roma. Una tripla vittoria per i cittadini e un esempio dell’efficienza di questa esperienza amministrativa".

Sulla nuova veste dell'ex Gil è intervenuto anche Raffaele Paciocca, RSU - CISL FP, sindacalista della polizia locale: "Esprimiamo grande soddisfazione, per l'ennesima volta, per la riqualificazione e il restauro della struttura, dove sarà ricollocato il Comando del X Mare. Per l'ennesima volta, perché già in passato si era dato come imminente il trasferimento dagli attuali locali di via Capo delle Armi alla struttura oggetto dei lavori che dovrebbero cominciare a breve, e non vorremmo che questi annunci possano essere corroborati dalla imminenza della tornata elettorale. Quel che davvero conta infatti è il passaggio effettivo da una sede all’altra, dopo ormai anni e anni di annunci. Le lavoratrici e i lavoratori del X Mare chiedono da moltissimo tempo ormai risposte su interrogativi rimasti aperti e spesso inevasi". 

Paciocca batte quindi il tasto sulla salubrità dell'attuale caserma dei vigili: "Da anni ci battiamo in ogni sede competente affinché, oltre alla sacrosanta questione del risparmio economico che per primi sollevammo già nel 2014 e che successivamente abbiamo stigmatizzato presso gli organi contabili, si faccia piena luce sulla salubrità della attuale sede di via Capo delle Armi, tema per il quale la segreteria generale della CISL FP ha presentato un esposto allo Spresal della Asl e ha intessuto un fitto carteggio con i vari dipartimenti di Roma Capitale, senza che però questi ultimi abbiano prodotto la minima verifica effettiva. Un tema di enorme delicatezza vista la rilevante e drammatica insorgenza di patologie tumorali tra il personale del X Mare, su cui chiediamo da moltissimo tempo una parola di chiarezza dai competenti organi deputati per legge alla sicurezza dei lavoratori. D'altronde l’indicato cronoprogramma dei lavori lascia intendere in maniera inequivocabile come il plesso di Capo delle Armi sarà ancora operativo per alcuni anni, ragion per cui vogliamo che l’amministrazione fornisca una risposta alle giuste inquietudini dei lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, nuova caserma vigili e Giudice di Pace: dopo 12 anni inizia il restauro dell'ex Gil

RomaToday è in caricamento