Ostia

Notturni, Udc: Che fine ha fatto il progetto dell’”Università del Mediterraneo”?

“Che fine ha fatto il progetto dell’Università del Mediterraneo?”. Questa la domanda di Giulio Notturni, coordinatore di Cambiare Davvero e responsabile giovanile dell’Unione di Centro del XIII Municipio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“E’ indecente! – continua Notturni - Sono ormai 4 anni che Vizzani e la sua Giunta sono al governo di questo Municipio e, non solo non si è fatto nulla, ma non se ne sente neanche più parlare. Il Presidente Vizzani appena insediatosi, nell’ormai lontano 2008, ha, in modo del tutto arbitrario, cancellato il progetto della “Casa della Cultura”, un vero e proprio polo culturale che si sarebbe dovuto realizzare nella ex colonia marina Vittorio Emanuele, già finanziata da Ragione, Comune e alcuni fondi privati, per una somma complessiva di tre milioni di euro, per fare spazio, a sua detta, all’Università del Mediterraneo. Il progetto dell’università non è mai stato presentato e, sin dal primo lancio della vicenda, non si è mai realmente capito se si trattasse di una università privata o di alcuni master post-lauream da circa ventimila euro ad iscritto. Senza entrare in polemica sulla dubbia utilità di una università privata sul nostro territorio e senza ribadire la nostra indignazione sulla scelta di cancellare un progetto valido e utile come quello della Casa della Cultura, che si sarebbe armoniosamente inserito in un polo già destinato a servizi per la comunità come lo sono la Biblioteca Elsa Morante, la Mensa Caritas, il Teatro del Lido (che, grazie ad un emendamento dell’Unione di Centro comunale vedrà, finalmente, stanziati circa cinquecento mila euro per la ristrutturazione!) l’Ostello per i ragazzi, completando lo sviluppo di un complesso culturale che sarebbe potuto diventare il fiore all’occhiello di Roma e non solo, ciò che non può restare nel silenzio è, però, lo sconcerto per il quale ancora non è stato fatto un solo passo per la realizzazione del progetto universitario che Vizzani e i suoi hanno sempre propagandato; comunicati stampa, volantinaggio da parte del movimento giovanile (che, come tutti i cittadini, è stato preso per i fondelli!) e riunioni pubbliche per il più completo e roboante “nulla di fatto”. E’ vero che siamo ormai ampiamente abituati – conclude Notturni - alle promesse non mantenute dell’amministrazione Alemanno-Vizzani, ma, per dovere verso i cittadini del XIII municipio, non possiamo smettere di denunciarne gli insuccessi e i moltissimi fallimenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notturni, Udc: Che fine ha fatto il progetto dell’”Università del Mediterraneo”?

RomaToday è in caricamento