menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostia, l'unico consigliere nel X Municipio lascia Forza Italia: Bordoni perde la sua roccaforte

Mariacristina Masi lascia Forza Italia e il prossimo 2 luglio, in conferenza stampa, spiegherà le motivazioni e annuncerà il suo nuovo partito

Forza Italia perde X Municipio. Davide Bordoni, già presidente del parlamentino lidense e da anni consigliere comunale in Campidoglio, perde la sua roccaforte di Ostia. Il motivo? La sua 'delfina' Mariacristina Masi se ne va. Addio al partito di Silvio Berlusconi e immenente passaggio ad una forza, quella di Fratelli d'Italia. 

L'annuncio lo darà la stessa Masi il prossimo 2 luglio alle 18, presso il Bar Sisto, in piazza Anco Marzio. All'origine della scelta l'assenza di dibattito interno al partito.

Bordoni, in una nota, ha commentato sorpreso e amareggiato la scelta: "Sono arrivate al mio indirizzo via raccomandata e via PEC le dimissioni di Masi da Forza Italia e dagli incarichi ricoperti. Questa notizia mi ha molto rammaricato, considerato il tempo passato insieme all'interno del nostro movimento politico, ma ognuno è certamente libero di fare le proprie scelte. Considerando le peculiarità del Municipio di Ostia (Municipio X) ho deciso dunque di assumere direttamente la responsabilità di riorganizzare il nostro movimento su questo territorio. A breve pubblicherò un calendario di incontri su temi di interesse civico e politico che si svolgeranno in sede con il contributo di esperti e simpatizzanti. Ogni lunedì mattina sarò presente in sede e rimango disponibile per la consueta attività politica e amministrativa relativa a segnalazioni e sopralluoghi".

Masi, di tutta risposta, su Facebook non ha mancato di dire la sua: "Un partito così ansioso di comunicare la mia uscita non mi ha dato il tempo di darvi personalmente la notizia delle mie dimissioni. Dopo quindici anni di militanza ho deciso, con altri esponenti del partito locale di lasciare FI, per la totale carenza di visione generale e l'assenza di idee e prospettive in grado di farci rappresentare degnamente i cittadini che ci danno fiducia. Una scelta dolorosa, di cui mi assumo la totale responsabilità nella libertà intellettuale, che da sempre mi contraddistingue. Sono decisa a optare per percorsi che riconoscano la rilevanza della politica territoriale e abbiano rispetto per la persona".

Mariacristina Masi-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento