Martedì, 26 Ottobre 2021
Ostia Ostia

Ostia: salta la storica maratona da 30 km, troppi rimpalli dal Comune

Nonostante gli organizzatori abbiano presentato la richiesta in febbraio. In 8 mesi non si è riuscite a fare la conferenza dei servizi

A Ostia non si può correre. La storica Maratona del Mare, la 30 chilometri più vecchia del litorale infatti non si disputerà. A darne notizia sono stati, rammaricati, gli stessi organizzatori. Lo stop arriva dai Polizia Locale a causa dei problemi di gestione del traffico sul lungomare della Capitale, ma non solo. "Colpa di lungaggini burocratiche" segnala la Asd Run Race Management che a febbraio scorso infatti aveva avanzato ufficiale richiesta al X Municipio per la conferenza dei servizi che però, dopo otto mesi, si è svolta solo mercoledì scorso.

A due settimane dalla gara quindi ed è arrivato il no per i permessi per le "difficoltà al traffico veicolare sul percorso, lo stesso andato bene per 15 anni" ribadiscono gli organizzatori.

"Dopo la richiesta di ottobre abbiamo anche chiesto il patrocinio del Comune di Roma e il Gabinetto del Sindaco ci ha comunicato che concedeva il Patrocinio, valido logicamente solo se la gara avesse avuto i relativi permessi municipali. Durante l'estate abbiamo sollecitato senza alcun risultato la convocazione della Conferenza dei servizi; ai primi di settembre abbiamo ulteriormente sollecitato la data. Ci è stato risposto che gli uffici preposti dovevano gestire, con le loro scarse risorse umane, la programmazione degli eventi sportivi del municipio in funzione della data di svolgimento della manifestazione e che quindi dovevamo aspettare", spiegano gli organizzatori.

"Sabato 15 settembre - si legge ancora - abbiamo mandato una mail al Dirigente di Area competente sollecitando ulteriormente la convocazione della Conferenza dei Servizi. Finalmente è arrivata la convocazione per la mattina di mercoledì 26 settembre, 2 settimane e mezzo prima della gara. La Conferenza dei Servizi non si è praticamente svolta in quanto il funzionario della polizia Locale ha subito fatto presente che non potevano dare il loro permesso in quanto l'attraversamento del lungomare avrebbe creato difficoltà al traffico. Abbiamo provato a venire incontro alle richieste fatte. L'unico risultato ottenuto, facendo anche presente che se non si risolveva subito la situazione la gara saltava per la mancanza dei tempi tecnici, era che ne avrebbero parlato con il loro Comandante e avrebbero comunicato nel pomeriggio la risposta all'Ufficio Sport. Nonostante i continui solleciti, ad oggi non abbiamo avuto nessuna risposta. A fronte di tutto ciò, per il rispetto verso gli atleti, non essendo in grado di garantire lo svolgimento della gara e neanche la qualità della stessa, siamo costretti ad annullare con nostro grande rammarico la 30 km del Mare di Roma", concludono.

Alla trenta chilometri di Ostia partecipano ogni anno circa 800 atleti. Il danno economico, tra sponsor e costi, è di circa 20mila euro, riferiscono i promotori della corsa. In mattinata è arrivata anche la risposta di Giuliana Di Pillo, presidente del X Municipio: "In questo Municipio si svolgono gare continuamente, ne avremo una già domenica e si cerca di fare il meglio per mettere insieme le esigenze di tutti, cittadini, atleti, Polizia locale. C'è da garantire la sicurezza del percorso, quindi gli stessi organizzatori collaborano con l'Amministrazione per superare gli ostacoli".

Nel caso della Maratona di Ostia i fatti sono questi, secondo Di Pillo: "Il 26 settembre si è svolta la conferenza dei servizi. La Polizia Locale non ha rilasciato parere positivo subito, in quanto c'erano delle difficoltà nel percorso. Lunedì mattina, 1 ottobre, sono venuta a sapere della situazione leggendo in rete la comunicazione della rinuncia alla gara che gli organizzatori hanno pubblicato sul sito dedicato alla maratona. C'è da precisare però che il parere negativo della Polizia locale non era stato emesso. Ho visto che la rinuncia ufficiale alla gara era stata inviata con pec dagli organizzatori il giorno 30 settembre, domenica. Ho convocato subito tutti nel mio ufficio per una riunione finalizzata a trovare una soluzione". 

"Il funzionario della Polizia Locale ha illustrato quali fossero i problemi del percorso e anche quali accorgimenti mettere in atto per poter svolgere la gara in sicurezza garantendo il minor impatto possibile sul traffico e sul loro lavoro. Purtroppo sebbene sollecitati, gli organizzatori hanno dichiarato che non si faceva più in tempo a tornare indietro sulla decisione della rinuncia. È stato un peccato, perché sarebbe bastato sapere dei problemi un giorno prima per riuscire a salvare la gara", ha concluso la mini sindaca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia: salta la storica maratona da 30 km, troppi rimpalli dal Comune

RomaToday è in caricamento