Martedì, 19 Ottobre 2021
Ostia Acilia / Via Pindaro

"No antenne", "basta eletrosmog": cittadini di Axa-Casalpalocco manifestano in strada

Axensi e palocchini non si sono lasciati spaventare dal maltempo, anzi. Finora i comitati hanno ottenuto "una sospensiva sospensiva dal Tar fino al 13 marzo"

Si è svolto nella giornata di oggi, nel quartiere Axa-Casalpalocco, un corteo di protesta organizzato dai cittadini esasperati, contro l'istallazione delle antenne di telefonia mobile all'interno dell'area dell'ex drive-in. Il corteo, molto partecipato, si è mosso compostamente per le strade di Casal Palocco, transitando di fronte al luogo ove è già stato installato un plinto ed il primo tratto del pilone di sostegno delle antenne contestate.  

"Noi le antenne non le vogliamo, basta radiazioni sulle abitazioni!". E' lo slogan più volte scandito dai manifestanti. I cittadini hanno urlato il loro dissenso contro la costruzione di un'antenna di una compagnia telefonica, un'intallazione  avallata, secondo il presidente del Comitato "No all'antenna Drive-in" Ciro Orsi, "dal silenzio assenso del Municipio sull'autorizzazione alla realizzazione del cantiere per conto della Wind". Finora i comitati hanno ottenuto "una sospensiva sospensiva dal Tar fino al 13 marzo".

Probabilmente nessuno, a cominciare dai gestori di telefonia per finire ai proprietari dell’area dell’ex Drive In, avrebbero mai immaginato che i residenti di Axa e Casalpalocco, di solito considerati benestanti, sonnacchiosi e soprattutto impermeabili ai problemi sociali, si rivelassero invece così “tosti”.

Un volantino, distribuito nei giorni scorsi nelle cassette postali, invitava a partecipare la mattina di sabato 1 marzo ad un corteo di protesta contro il posizionamento di una gigantesca antenna per telecomunicazioni, alta più di 30 metri, proprio dietro lo schermo del Drive In, a pochissima distanza dalle abitazioni. 

Le previsioni meteo, però, non erano affatto rassicuranti e infatti poco prima delle 10:00, ora del raduno, ha cominciato a piovere, tanto che Carabinieri, Polizia e Vigili Urbani, presenti in forze con oltre 20 agenti, all’inizio sembravano più dei manifestanti.

Ma axensi e palocchini non si sono lasciati spaventare dal maltempo e anzi, nonostante un forte acquazzone che si abbattuto sul quartiere, tutti insieme hanno dato vita ad una animatissima manifestazione, accompagnandola con la colonna sonora di fischietti e slogan gridati a squarciagola.

Mano a mano che il corteo ha cominciato a girare attorno alla fontana di Piazza degli Acilii, al primo gruppo di dimostranti, già piuttosto nutrito, se ne sono aggiunti altri e poi altri ancora richiamati dagli striscioni e dai cori, cosicché, quando il corteo ha imboccato Via Pindaro per girare attorno all’area dell’ex Drive In, era già diventato una folla.

Giovani e anziani hanno sfilato fianco a fianco, insieme a esponenti politici municipali di ogni estrazione politica, tutti uniti da un unico grande obiettivo: bloccare il cantiere per la messa in opera della “maxiantenna” a ridosso delle abitazioni e impedire così il criminale bombardamento elettromagnetico, foriero –  ormai sembra accertato - di gravi malattie. 

Grazie al concorso delle Forze dell’Ordine, che hanno deviato il traffico veicolare lasciando di volta in volta ai manifestanti l’uso esclusivo di Piazza Fonte degli Acilii, Via Pindaro, Via Senofane, Via Alceo e Via Eschilo, il corteo, dopo aver completato i tre giri previsti attorno al Drive In, si è sciolto attorno a mezzogiorno e mezzo. E’ probabile che il simbolo della riuscitissima manifestazione dell’Axa-Palocco contro l’inquinamento elettromagnetico resti la dolce cagnetta bianca con il cartello “antenna selvaggia” al posto del collare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No antenne", "basta eletrosmog": cittadini di Axa-Casalpalocco manifestano in strada

RomaToday è in caricamento