Mercoledì, 23 Giugno 2021
Infernetto

Esselunga, Vizzani: "Non si farà centro commerciale all'Infernetto"

L'amministrazione del XIII Municipio ribadisce il proprio 'no' alla realizzazione dei Patti Territoriali all'Infernetto che riguardano il centro commerciale Esselunga. "I piccoli commercianti saranno tutelati"

L’amministrazione del XIII Municipio ribadisce il proprio no alla realizzazione dei Patti Territoriali all’Infernetto che riguardano l'apertura del centro commerciale Esselunga. L'ipermercato, quindi, si farà? La giunta municipale spalleggia le piccole imprese che quindi posso dormire sonni tranquilli. “Abbiamo già espresso la nostra contrarietà nel corso di un recente consiglio municipale – ha spiegato Stefano Salvemme, Presidente Commissione Attività Produttive XIII Municipio- e lo ribadiamo oggi anche alla luce di alcune esternazioni a mezzo stampa attraverso cui si ipotizzano prospettive favorevoli alla realizzazione del Patto Territoriale all’Infernetto. E’ stata effettuata la votazione nominale dove all’unanimità è stata espressa la totale contrarietà a questo tipo di iniziativa. Ognuno è liberissimo di cambiare idea ma non ai danni dei cittadini: sia i residenti, che i commercianti che i politici sono contrari al Patto Territoriale. Per questo siamo pronti a organizzarci con tutti i mezzi legittimi a nostra disposizione per poter gridare il nostro no”.

“La nostra posizione è chiara - ha fatto sapere Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio – e la difenderemo con tutte le nostre forze. L’arrivo di un centro commerciale in una zona come l’Infernetto può avere solo conseguenze negative sia in termini di attività produttive, andando a minacciare il piccolo commercio, sia in termini di viabilità”.  “Proprio su questo aspetto – ha dichiarato Pierfrancesco Marchesi, Presidente Commissione Lavori Pubblici XIII Municipio – va specificato che i servizi in termini di lavori pubblici previsti dal patto territoriali sono già garantiti dalle opere a scomputo del consorzio Aurora. La realizzazione di questo patto territoriale non prevede benefici, neanche in termini di occupazione visto che da recenti dati dell’Ascom risulterebbe che per ogni assunto nella grande distribuzione porterebbe a tre lavoratori in meno nella grande distribuzione”. 

“Il gruppo su questo è compatto – ha concluso Salvatore Colloca, Capogruppo Pdl XIII Municipio – e porteremo avanti la nostra contrarietà anche considerato che la zona dove è prevista la realizzazione del patto territoriale è a rischio idrogeologico. E’ compito dell’amministrazione locale sollevare le proprie perplessità e difendere le proprie posizioni anche verso le altre istituzioni e gli alti vertici politici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esselunga, Vizzani: "Non si farà centro commerciale all'Infernetto"

RomaToday è in caricamento