Ostia Ostia / Lungomare Amerigo Vespucci

Waterfront Ostia: idea organica di sviluppo, nessuna asta speculativa

Il secondo incontro del tavolo partecipato sul Waterfront si terrà lunedì 16 luglio alle ore 18 presso lo stabilimento balneare Venezia, lungomare Amerigo Vespucci a Ostia

Una gremita sala consiliare ha ospitato, ieri mattina, il primo incontro per la partecipazione sul Waterfront di Ostia. La tavola rotonda aperta dal vice presidente vicario del consiglio del XIII Municipio di Roma Capitale, Stefano Salvemme, alla presenza anche del vice-capogruppo del PD Antonio Caliendo, ha accolto forze politiche di diversa estrazione, comitati di quartiere, associazioni, personalità del mondo imprenditoriale, professionisti del territorio interessati alla riqualificazione del lungomare di Ostia.

"Questo incontro nasce dall’approvazione all’unanimità di un ordine del giorno, da parte del consiglio del XIII Municipio di Roma Capitale – ha spiegato Salvemme – dove si impegna il presidente Vizzani a chiedere al sindaco Alemanno, all’assessore all’Urbanistica Corsini e alla giunta capitolina, di non licenziare o autorizzare nessun progetto sul Waterfront di Ostia se non successivamente ad un percorso politico di costruzione dell’iniziativa condiviso con gli organi politici del Municipio, le rappresentanze locali, i cittadini abitanti delle aree interessate al progetto”.

“Gli interventi dei convenuti – ha aggiunto Salvemme – hanno messo in luce l’esigenza che il Waterfront deve nascere da un’idea organica e organizzata sotto l’aspetto politico, sociale, urbanistico, architettonico e di sviluppo economico dell’affaccio di Roma sul mare, e non da un’asta al miglior offerente dei terreni disponibili sul lungomare di Ostia”.

Tra i partecipanti, Andrea Schiavone di LabUr ha posto l’accento sull’Idroscalo: “Nell’ambito dell’Eire, l’Expo Italia Real Estate, che si è tenuto alla Nuova Fiera di Milano a giugno scorso, abbiamo saputo che l’Idroscalo non è più compreso nel progetto di riqualificazione di Ostia. Questo significa che non sarà inserito nei bandi di gara internazionale del Waterfront, bandi che saranno indetti dal Comune di Roma entro il 2012”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Waterfront Ostia: idea organica di sviluppo, nessuna asta speculativa

RomaToday è in caricamento