rotate-mobile
Ostia Acilia / Via Cesare Maccari

Inaugurata la “scuola fantasma”: fine di un’Odissea cominciata nel 2015

Gualtieri: "Apre finalmente questo nuovo nido grazie a un lavoro straordinario fatto da tutta l’amministrazione"

Sessanta bambini hanno trovato posto nel nuovo asilo nido di via dei Maccari. La scuola, nel quartiere della Madonnetta, ad Acilia Sud, è stata inaugurata alla presenza del sindaco, delle assessore capitoline Claudia Pratelli e Ornella Segnalini e dei rappresentanti della giunta del municipio X.

La notizia del taglio del nastro è tutt’altro che banale perché, la storia di quella scuola, è stata piuttosto travagliata. I lavori del nido “I girasoli” erano infatti partiti nel 2010 per terminare cinque anni più tardi. Non aveva, però, finora mai aperto per ragioni legate anche ai cambiamenti normativi che avevano portato al progressivo aggiornamento degli impianti presenti.

I ritardi accumulati nell'ultimo anno

A più riprese il destino del plesso, situato nelle vicinanze dell’ex punto verde qualità della Madonnetta, è stato oggetto di approfondimenti nelle commissioni capitoline. Nel settembre dello scorso anno il problema ravvisato sembrava sul punto di soluzione. All’epoca, aveva spiegato il consigliere Antonio Stampete dopo una commissione lavori pubblici, “si era  verificato un problema legato al sistema antincendio, imperniato sulla presenza di idranti che, però, non potevano essere attivati a causa della scarsa pressione dell’acqua”. Risolta quella questione ed ottenuti i permessi necessario dai vigili del fuoco, la scuola è passata in gestione al municipio X. Non ha però riaperto per l’assenza di un altro collaudo, questa volta del sistema termico, di cui doveva farsi carico l’Inail. Ma queste sono solo le ultime vicende di una storia a cui, finalmente, è stato messo fine.

Il nido I Girasoli

Il lavoro di squadra per riaprire il nido 

“Qui ad Acilia apre finalmente questo nuovo nido grazie a un lavoro straordinario fatto da tutta l’amministrazione. Ringrazio in particolare le educatrici e il Poses che hanno lavorato tutta l’estate per far sì che oggi fosse inaugurata questa splendida struttura bloccata da troppo tempo” ha commentato il sindaco Gualtieri. “L’apertura di questa scuola è stata una sfida. – ha riconosciuto l’assessora ai lavori pubblici Ornella Segnalini - Abbiamo sbloccato una situazione che si protraeva da anni e non è stato facile arrivare a questo risultato. Il Csimu ha lavorato con determinazione per collaudare l’opera che oggi già accoglie circa 60 bambini”.

Luoghi come questo, belli, accoglienti e pensati per una idea pedagogica precisa – ha aggiunto l’assessora capitolina alla scuola Claudia Petrelli –  ci indirizzano e ci aiutano a dare sempre maggiore qualità ai nostri percorsi educativi”. Anche l’assessore municipale alla scuola, Andrea Morelli, ha rivolto un ringraziamento al personale scolastico. “Si sono dati da fare anche durante l’estate, perfino ad agosto, per consentire l’apertura di questo nido a settembre” ha spiegato “ed ora le famiglie del territorio hanno uno spazio in più, moderno e funzionale, a disposizioni dei propri figli”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurata la “scuola fantasma”: fine di un’Odissea cominciata nel 2015

RomaToday è in caricamento