rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Ostia Via Marino Fasan

Ostia, Fassina contestato da residenti a rischio sgombero: "Arrivi tardi"

I residenti di via Fasan non hanno digerito l'iniziativa di Fassina, ritenuta tardiva. I contestatori erano accompagnati da alcuni militanti di CasaPound. Il 23 giugno è stato indetto un corteo dal Comitato Ostia Nuova

"Arrivi tardi, non ti vogliamo". Attimi di tensione, ieri pomeriggio intorno alle 18:30, ad Ostia Nuova tra residenti delle palazzine di via Marino Fasan, quelle a rischio sgombero, alcuni esponenti di CasaPound del X Municipio e il leader di Sinistra Italiana Stefano Fassina che aveva organizzato una assemblea pubblica al parco Willy Ferrero, nell'area di Piazza Gasparri

Una iniziativa fatta "fuori tempo massimo", secondo i residenti che si sono sentiti sostenuti solamente da CasaPound. Gli animi, in poco tempo, si sono riscaldati. L'iniziativa è stata interrotta e duramente contestata da decine dai cittadini che hanno accusato Sinistra Italiana "di voler dividere una mobilitazione che va avanti da mesi per fini politici".

"Solo dopo il nostro successo elettorale - ha aggiunto Carlotta Chiaraluce, portavoce di Cpi nel X Municipio - la sinistra si è accorta di un problema che riguarda 1200 famiglie che rischiano di perdere casa per colpa del rapporto marcio tra Comune di Roma e Moreno Estate".

"Se davvero Fassina ha a cuore il destino dei cittadini di Nuova Ostia - ha concluso Luca Marsella - partecipi al corteo che abbiamo indetto per giovedì 23 giugno alle ore 20.30 all'ingresso del porto. Siamo certi che non lo farà, perché purtroppo oggi Sinistra Italiana era a piazza Gasparri soltanto a provocare e a spaccare la protesta dei residenti".

Sinistra Italiana, tutta via, prova a gettare acqua sul fuoco: "Nonostante la contestazione, Fassina è riuscito a dialogare con una rappresentanza dei cittadini, impegnandosi a portare all'attenzione della prima assemblea del nuovo consiglio comunale la questione del minacciato sfratto. L'Onorevole Fassina si è preso l’impegno di andarne a parlare proprio col commissario Vulpiani durante la prossima settimana", si legge in una nota. 

Ostia Nuova, Fassina contestato dai residenti

Sulla vicenda sono intervenuti anche i Giovani Democratici del X Municipio: "Ormai 3 anni fa è scaduto il contratto tra il Comune di Roma e la Moreno Estate. Casapound ha da tempo sposato questa battaglia in difesa dei cittadini e, sebbene sorga il dubbio che questo sia un sistema bieco per veicolare consensi in favore dei clan, ciò non può giustificare in alcun modo l'assenza delle altre forze politiche. In gioco ci sono diverse esigenze: l'interesse legittimo della Moreno Estate di vedersi riconosciuto l'affitto dei propri immobili, il problema di bilancio di Roma Capitale, che dovrebbe accollarsi le spese, ma soprattutto c'è in ballo il diritto alla casa dei cittadini".

I Giovani Democratici del X Municipio scelgono di sposare "i diritti dei cittadini di Nuova Ostia e chiedono al futuro sindaco che si proceda immediatamente ad uno screening della situazione attuale di occupazione dei diversi immobili, e che si individui la modalità più idonea a garantire la continuità abitativa a tutti coloro che ne hanno diritto e strategie e percorsi specifici per tutelare chi dovesse risultare non legittimato".

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, Fassina contestato da residenti a rischio sgombero: "Arrivi tardi"

RomaToday è in caricamento