Ostia Ostia

Elezioni Ostia, Di Pillo: "Al ballottaggio M5S corre da solo. Non ci fidiamo di nessuno"

Il Movimento 5 Stelle lancia la campagna "adotta un astenuto"

Il Movimento 5 Stelle corre da solo. Nessun accordo con Pd, CasaPound o civici. È quanto ha dichiarato Giuliana Di Pillo, candidata alla Presidenza del X Municipio, per il Movimento 5 Stelle in vista del ballottaggio del 19 che la vedrà affrontare Monica Picca, esponente della maxi coalizione di Centrodestra [qui il video]. "Non facciamo alleanze con chi ha distrutto il territorio che amiamo. Non ci fidiamo. Chiediamo solo i voti dei cittadini onesti", ha detto la candidata grillina.

Il M5S adotta un astenuto

"Il nostro intento è ridare fiducia a coloro che l'hanno persa, a causa del malaffare e della malapolitica di chi ha governato qui, da destra a sinistra", ha sottolineato Di Pillo che ha lanciato la campagna 'adotta un astenuto': "Chiediamo ad ogni cittadino di convincere almeno un conoscente e di farlo tornare alle urne il 19 novembre. Occorre coinvolgere gli astenuti, tutti coloro che si sono allontanati dalla vita politica per delusione o sfiducia, e dirgli che è importante votare per il futuro del loro territorio. Solo con il Movimento 5 Stelle ci può essere un cambiamento", ha detto ricordando anche il M5S ha raddoppiato i voti rispetto al 2013 [qui il video].

M5s perde 23.000 preferenze in un ann o

Assessori e programma del Movimento 5 Stelle

"Noi abbiamo già presentato alcuni dei nostri assessori designati e, presto, ne presenteremo altri. - dice Di Pillo con orgoglio - Lo possiamo fare perché non dobbiamo spartirci le poltrone o accontentare gli esponenti di 5 liste, ma guardiamo solo a ciò che è meglio per la nostra comunità e per i cittadini. E' una questione di rispetto far conoscere ai residenti la squadra di governo del territorio, prima delle elezioni. Devono sapere prima chi li governerà e non votare a scatola chiusa, sperando nel meno peggio.

"I vecchi partiti e i nostri avversari per il ballottaggio questo non lo possono fare perché sono un’accozzaglia di liste che si sono messe insieme solo per spartirsi il potere. Il Movimento 5 Stelle è l'unico che ha le mani libere per realizzare un programma serio, per la legalità e la sicurezza. Non dobbiamo rispondere a interessi privati, a grandi finanziatori, né a chi garantisce bacini di voti", ha poi concluso.

Pd e Casapound: "No a indicazioni di voto"

Ago della bilancia, al ballottaggio, saranno Partito Democratico e Casapound. Il candidato Dem alla presidenza del X Municipio di Roma Athos De Luca è stato però chiaro: "Non daremo indicazioni di voto, perché è giusto che ciascuno voti come ritiene più opportuno. Lasciamo agli elettori la libertà di votare quello che vogliono. Non è un invito all'astensione - ha specificato - se vogliono votare la destra voteranno la destra, se vogliono votare i Cinque Stelle voteranno i Cinque Stelle".

CasaPound entra in consiglio e nella storia

Dello stesso parere anche Luca Marsella, leader dei "neri di Ostia": "Non faremo né apparentamenti né tantomeno daremo indicazioni di voto. Noi non abbiamo ricevuto alcuna chiamata - sottolinea -. Stiamo ancora festeggiando il 9% che ci consente di entrare nelle istituzioni. Ci spiace non aver avuto altri 500 voti che ci avrebbero concesso di piazzare due consiglieri".

Leggi anche

Video |  Picca: "Crolla M5S, avviso di sfratto a Raggi. Centrodestra vincerà"

Don Franco d a prete a capogruppo della quarta forza politica del X Municipio

Bozzi: "Ora inizia battaglia per l'autonomia"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Ostia, Di Pillo: "Al ballottaggio M5S corre da solo. Non ci fidiamo di nessuno"

RomaToday è in caricamento