menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostia, crollano (ancora) calcinacci dai palazzi popolari: danneggiata un'auto

A giugno i residenti denunciarono una profonda crepa presente su un camino, già segnalata due anni or sono e sempre più pericolosa, poiché a ridosso della ringhiera del balcone

La case popolari di Ostia cadono a pezzi. Ancora, e nonostante le promesse di intervento (anche dell'Amministrazione a 5 Stelle) mai effettuate. L'ultimo episodio è avvenuto al civico 8 di via Marino Fasan, nel cuore delle cosiddette 'case di sabbia' ex Armellini

Qui, intorno alle 16 del 2 agosto, una serie di calcinacci si è staccata dai balconi dei palazzi finendo sui marciapiedi e danneggiando un'auto in sosta.

Nessuno è rimasto ferito, ma la vicenda sarebbe potuta finire in tragedia come racconta a RomaToday Paola Schintu, residente di zona: "Qui passano sempre bambini per miracolo ieri non abbiamo contato i feriti. Sono anni che denunciamo la scarsa manutenzione degli stabili ma nulla è stato fatto, siamo rimasti ancora alle promesse dei politici. L'amministrazione pentastellata continua a fare passerelle sul territorio ma per le cose concrete non interviene". 

Ieri, a mettere in sicurezza l'area ci hanno pensato i vigili del fuoco. Alla polizia locale, invece, l'infausto compito di "piantonare" i calcinacci caduti.

A giugno scorso i residenti avevano denunciato anche le vistose spaccature sulle canne fumarie delle palazzine popolari di via Mario Ruta e via Marino Fasan. A dicembre, invece, le forti raffiche di vento avevano colpito i parapetti di una terrazza che, cedendo, erano volati via, rimanendo sospesi nell'aria. Successe in via Marino Fasan 38.

Gli inquilini: "Aspettate il morto? I balconi crollano" 

Ostia calcinacci1-2

"A distanza di mesi – sottolinea Leonardo Di Matteo, dell'assemblea romana del PD - non si conosce ancora l’esito della perizia dell'Agenzia delle Entrate sulle 41 palazzine interessate dalla trattativa di vendita tra la 'Moreno Estate' (leggasi ex-Armellini) e il Comune di Roma".

"Visto che non ha avuto alcun riscontro l’interrogazione del 3 luglio scorso – fa sapere il consigliere capitolino Giovanni Zannola - provvederemo ad una richiesta urgente di commissione. Il Partito Democratico metterà in campo tutti gli strumenti utili per tutelare e salvaguardare le circa mille famiglie residenti."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento