Giovedì, 28 Ottobre 2021
Ostia Ostia / Lungomare Paolo Toscanelli

Ostia: vigili alla Vittorio Emanuele, un censimento per preparare lo sgombero

Dalle 8 alle 10:30 del mattino il Lungomare Paolo Toscanelli, da via delle Sirene a via Giuliano da San Gallo è rimasto chiuso. Il prefetto Vulpiani, lo scorso febbraio, annunciò uno sgombero

Mattinata di controlli oggi 6 aprile ad Ostia. Dalle 8 alle 10:30 del mattino il Lungomare Paolo Toscanelli, da via delle Sirene a via Giuliano da San Gallo è rimasto chiuso al traffico per permettere una operazione della Polizia Locale del X Gruppo Mare, supportata dai Carabinieri e degli agenti del Commissariato del Lido, all'ex colonia Vittorio Emanuele III. 

Un censimento nei locali occupati tra la biblioteca Elsa Morante e l'ostello Litus. Un controllo non nuovo, ma che potrebbe aver un sapore di sgombero. Nel 2015, nel corso di una simile operazione, gli agenti dello Spe e del X Gruppo Mare trovarono circa 800 grammi di hashish e 30 di shaboo nel parcheggio dell'ex colonia. 

Oggi, invece, le operazioni si sono svolte in un clima più sereno. Il censimento dovrebbe essere un altro passo verso la riqualificazione della struttura come, lo scorso febbraio, il prefetto Domenico Vulpiani, commissario di Ostia, durante una audizione alla Commissione d'inchiesta parlamentare sulle periferie aveva annunciato.

Ostia: vigili all'ex Vittorio Emanuele, il censimento

"Quel luogo sta rinascendo. Ospita un ostello e la biblioteca Elsa Morante che è molto frequentata da giovani e dimostra una vivacità del territorio che non ci si aspetterebbe. Ma c'è un'intera ala dell'edificio occupata da soggetti criminali che dovremo sgomberare. Siamo ragionando con la Prefettura per capire come fare", disse Vulpiani. 

Un commento, però, mal digerito da Don Franco De Donno responsabile della Caritas di Ostia e vicario parrocchiale della chiesa Santa Monica: "Vorremmo anche sapere quale destino prevedono per chi vive nell'ex Colonia Vittorio Emanuele, visto che si parla di imminente sgombero. Lì ci sono famiglie ma nessuno ci ha contattato".

"Questa situazione di illegalità è stata tollerata da tutte le amministrazioni passate e presenti, ossia trasversalmente dal centro destra al centro sinistra arrivando oggi al M5S. - ha sottolineato Carlotta Chiaraluce portavoce di CasaPound Italia nel X municipio di Roma - La verità è che solo un'amministrazione di CasaPound avrà il coraggio e le determinazione di eseguire lo sgombero della struttura e di restituirlo così, una volta per tutte, alla cittadinaza".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia: vigili alla Vittorio Emanuele, un censimento per preparare lo sgombero

RomaToday è in caricamento