OstiaToday

Ostia, i comitati del X Municipio: "Raggi annulli la richiesta per il tritovagliatore"

Il Coordinamento dei Comitati Entroterra X Municipio: "Non ci risultano essere stati eseguiti studi ambientali per valutare l'idoneità del luogo scelto"

Resta calda la questione del tritovagliatore ad Ostia. La sindaca Virginia Raggi ha affermato che "i rifiuti dei romani non saranno portati a Ostia" e, nello stesso documento, ancora più specificatamente, Giuliana di Pillo, delegata del Sindaco per il X Municipio, e Paolo Ferarra, capogruppo pentastellato nel Campidoglio e già primo referente nel X Municipio, hanno rafforzato quanto espresso dalla prima cittadina, dichiarando che "nessun tritovagliatore sarà spostato nel nostro Municipio".

Il Coordinamento dei Comitati Entroterra X Municipio, prendendo atto da quanto dichiarato dal Comune di Roma, ha scritto alla Sindaca chiedendo di "esercitare ogni suo potere conferitole, anche ai fini della tutela della pubblica incolumità, per annullare la richiesta ufficiale da parte di Ama per attivare l'impianto mobile di tritovagliatura per il trattamento dei rifiuti indifferenziati prodotti nel territorio di Roma Capitale, presso la sede dell'Ama di via dei Romagnoli 1167".


"Pur comprendendo l'esigenza di mettere a regime un sistema strutturale di raccolta e smaltimento e riciclo/riuso, il presente Coordinamento rigetta la scelta di collocare tale impianto in quell'area, in quanto: già congestionata dal traffico di veicoli pesanti che si verrebbe a paralizzare completamente, a pochi metri dai quartieri residenziali densamente popolati e a pochissima distanza dal Borgo e dal sito archeologico di Ostia Antica che ne subirebbero gravissimo nocumento sotto l’’aspetto, economico, territoriale, turistico e a vocazione agricola e allevatoriale, frutto di bonifica da più di cento anni".

Inoltre, secondo il Coordinamento dei Comitati Entroterra X Municipio non ci risulterebbero "essere stati eseguiti studi ambientali per valutare l’idoneità del luogo scelto né percorsi di condivisione con i cittadini residenti del luogo. Da ultimo, non possiamo sottacere che, tale impianto, rischierebbe di trasformarsi nel centro della raccolta indifferenziata di Roma Capitale, essendo l’unico tritovagliatore esistente, determinando di fatto la realizzazione di una discarica analoga a quella di Rocca Cencia, che ha provocato il rigetto da parte della cittadinanza", conclude il Coordinamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento