rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Ostia Ostia / Lungomare Lutazio Catulo

Castel Porziano, bando spiagge "fatto male": stagione balneare a rischio

Il delegato al litorale Sabella: "Stiamo cercando una soluzione d'emergenza che potrebbe passare attraverso l'Ama o si rifarà il bando". Nel 2016 pronta una rivoluzione

Manca poco meno di una settimana all'inizio dell'apertura della stagione estiva. Già perché, con l'aiuto del bel tempo, tra Ostia e Capocotta tanti cittadini e turisti usufruiranno delle spiagge del litorale del mare di Roma. Tanti spazi, però, rischiano di aprire in ritardo o con molti problemi. Tra ricorsi accettati o respinti, incertezze, degrado e bandi sballati, su diversi lidi aleggia un enorme punto interrogativo. 

ENIGMA CASTEL PORZIANO - La questione più delicate riguarda gli arenili di Castel Porziano. Il Consiglio di Stato nelle ultime ore ha rigettato il ricorso di due, dei cinque, gestori dei chioschi abusivi su cui si erano abbattute le "ruspe delle legalità" il 14 aprile scorso. Ci saranno quindi nuove demolizioni, ma i dubbi restano. Soprattutto sulla pulizia e la sicurezza delle spiagge perché il bando del 2015 è andato deserto e sarà tutto da rifare. Una situazione che sarà affrontata dall'assessore capitolino alla Legalità Alfonso Sabella per non far restare senza bagnini e servizi i chioschi.

"BANDO FATTO MALE" - Secondo Sabella, infatti, l'ultimo bando firmato dall'ex direttore del X Municipio Claudio Saccotelli "era stato organizzato male e presentava delle criticità". Il Comune, adesso, sta cercando una soluzione d'emergenza che potrebbe passare o "attraverso l'affidamento della gestione dei servizi ad Ama o a una riproposizione dello stesso bando, ma migliorato".

La decisione potrebbe arrivare oggi. "Laddove non riuscissimo a fare in tempo a riavviare le nuove procedure di gara - prosegue Sabella - tamponeremo con le strutture del Comune. Il bando è stato fatto in maniera molto frettolosa, c'era qualche profilo che poteva essere dubbio, qualche perplessità".

LA RIVOLUZIONE - Si guarda però già al futuro. Per l'estate 2016 Sabella e il Comune sembrano avere le idee chiare: "Dalla prossima stagione estiva avremo un tipo di gestione totalmente diversa della spiaggia, a costo zero per l'Amministrazione e con più servizi aggiuntivi come l'assistenza ai disabili, agli anziani e i mini club per i bambini, almeno uno per chiosco. Ci saranno grandi miglioramenti per Castel Porziano e una manutenzione più adeguata dei servizi igienici". Magari il tutto attraverso un bando europeo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castel Porziano, bando spiagge "fatto male": stagione balneare a rischio

RomaToday è in caricamento