OstiaToday

Ex scuola Pegaso all'Axa: soffitti crollati e bagni distrutti

E' dal 29 marzo del 2012 che la struttura di via Euripide, dopo essere stata chiusa su disposizione della Asl Roma D, versa nell'abbandono più totale

L'ex scuola materna Pegaso all’Axa è sempre più abbandonata a se stessa. Soffitti crollati, mobili rotti, locali allagati e bagni distrutti sono lo scenario che si aggrava sempre più da oltre due anni. La struttura tra via Euripide e via Ermesianatte fu chiusa il 29 marzo del 2012 su disposizione della Asl Roma D perché “non erano presenti i requisiti igienico-sanitari necessari a garantire la sicurezza dei bambini”, infatti era stata riscontrata la presenza di amianto. 

Fino ad oggi, nonostante si siano succedute due amministrazioni locali, non è cambiato nulla. “Una volta quella di via Euripide-Ermesianatte era una simpatica, benché provvisoria, scuola materna, ma da tre anni a questa parte è solo una struttura abbandonata, completamente avvolta da erbacce infestanti, galleggiante sull’acqua reflua che nemmeno i vigili del fuoco riescono a fermare, incubatrice di zanzare, covo di roditori e striscianti, e - tanto per gradire - mèta notturna di atti vandalici e furti di ogni genere”, spiega Maurizio Giandinoto, consigliere del Consorzio Axa, che da tempo denuncia il degrado e il pericolo presenti all’interno della struttura.

“Dopo che per anni i genitori ed il personale ne avevano denunciato inutilmente, e con forza, il degrado e la pericolosità, finalmente era arrivata la decisione di chiuderla. Inappellabile. Peccato, però, che nessuno si sia premurato di suggerire una scuola pubblica alternativa per i bambini che la frequentavano, costretti a rivolgersi a costose materne private o a sobbarcarsi il peso di un viaggetto quotidiano nel traffico per arrivare fino ad Acilia”, prosegue il consigliere.

"In questi anni il consorzio non è rimasto con le mani in mano non solo denunciando ripetutamente lo stato di abbandono della struttura ma anche ricorando ai politici la promessa di realizzare una nuova scuola benché di recente il Comune abbia stanziato 1 milione e mezzo a questo scopo, ma senza specificare la data di inizio dei lavori”, sottolinea Giandinoto spiegando che il Consorzio è anche intervenuto a tutela dei consorziati che abitano nelle strade adiacenti effettuando delle derattizzazioni, utilizzando insetticidi e provvedendo ad eliminare le erbacce. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento