rotate-mobile
Casal palocco Via Eschilo, 75

Axa, incendio al Centro Eschilo: l'appello disperato dei commercianti

I titolari dei negozi di via Eschilo: "Se non ci faranno riaprire i negozi, cinquanta famiglie chiuderanno le attività e tanti si ritroveranno senza lavoro"

Ancora incertezza, all'Axa, per le sorti del Centro Commerciale Eschilo andato parzialmente a fuoco lo scorso 23 dicembre.

I danni sono ingenti e già dagli ultimi giorni del 2015 Asl e Arpa hanno iniziato i rilievi del caso. 

Le fiamme erano partite dal centro estetico Mami Nails, al secondo piano della struttura. L'incendio, però, in poco tempo è divempato danneggiando anche altri dei 50 negozi presenti in via Eschilo 72.

In più c'è il fumo che ha annerito le pareti. Ed inoltre sarà necessario verificare la presenza di possibili polveri tossiche sprigionate a seguito del rogo nell'aria.

Una serie di verifiche che poi porteranno all bonifica dell'area. Solo allora i commercianti potranno riprendere in mano le loro attività. I tempi tecnici esatti, però, sono una incognita. E da qui nasce la, forte, preoccupazione degli esercenti: "Se non ci faranno riaprire i negozi, cinquanta famiglie chiuderanno le attività".

>>> IL VIDEO DELL'INCENDIO <<<

Il magistrato ha sequestrato l'area interessata: 8 negozi in tutto. Ci sono però 23 attività che non sono rimaste coinvolte dal rogo e 15 che hanno pochi danni, almeno in maniera superficiale. I negozianti chiedono, a gran voce, la riapertura del Centro Commerciale Eschilo che, dopo Natale, resterà chiuso anche durante l'Epifania e, probabilmente, oltre. 

Axa, incendio al Centro Commerciale Eschilo

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Axa, incendio al Centro Eschilo: l'appello disperato dei commercianti

RomaToday è in caricamento