Ostia

Ostia, baby-gang all'opera sulla Roma-Lido: fermati tre minorenni

Nella serata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Ostia hanno arrestato, con l'accusa di rapina aggravata, tre ragazzi italiani, tutti di 16 anni che avevano rapinato due 14enni

Quando il crimine non conosce età. E' la vicenda di tre ragazzi italiani, tutti di 16 anni arrestati dai Carabinieri di Ostia, con l’accusa di rapina aggravata. I tre minorenni, mentre stavano viaggiando a bordo del trenino Roma-Lido, hanno individuato tra i passeggeri due ragazzi entrambi 14enni, che si trovavano seduti nello stesso loro vagone. Approfittando del fatto che non c’era nessun altro, hanno deciso di entrare in azione e, dopo essersi avvicinati a loro, minacciando di colpirli con dei caschi, si sono fatti consegnare portafogli, cellulari e sigarette. Il gesto, fortunatamente, ha attirato l’attenzione di un passeggero che, dal vagone affianco, ha dato immediatamente l’allarme al 112. La pattuglia dei Carabinieri, che si trovava  nei pressi della stazione Cristoforo Colombo, è immediatamente entrata in azione e, quando il treno è giunto alla fermata, i due militari erano già lì ad attendere i baby rapinatori. I tre giovani sono stati subito bloccati e condotti in caserma, dove le due vittime sono state sentite, alla presenza dei genitori. Così, i militari, avendo ricostruito tutto l’episodio, hanno tratto in arresto i tre minori, che sono stati associati al centro di prima accoglienza Virginia Agnelli di Roma, dove nelle prossime ore verranno ascoltati dall’Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, baby-gang all'opera sulla Roma-Lido: fermati tre minorenni

RomaToday è in caricamento