Martedì, 22 Giugno 2021
Ostia Ostia / Via Adolfo Cozza

Ostia, l'Asl di Viterbo: "Non c'è amianto nella Do.Re.Mi. Diverto"

L'azienda sanitaria locale, come rende noto il XIII Municipio, fa sapere che non ci sono resti di amiano nel rogo della scuola di via Adolfo Cozza

Continua il giallo intorno la scuola Do.Re.Mi. Diverto di via Cozza ad Ostia. Dopo il rogo dei giorni scorsi che ha distrutto l'edificio, si sono susseguite voci sulla possibilità della presenza, o meno, di fibre di amianto. Nel corso della conferenza stampa, che si è tenuta questa mattina presso la sede dell’Ufficio Tecnico del XIII Municipio, sono stati illustrati gli esiti delle analisi effettuate sui campioni di materiale prelevati dai Vigili del Fuoco, sul luogo del rogo che ha interessato la scuola. Il laboratorio di Igiene Industriale-Centro Regionale Amianto della Asl di Viterbo ha accertato l’assenza di fibre di amianto.

L'AMIANTO C'ERA, ORA NO - Facciamo un po' di chiarezza. Diverse correnti politiche, da CasaPound e Udc, passando per Idv e PD, avevano attaccato la Maggioranza per le dichiarazioni rese note dal presidente del XIII Municipio Giacomo Vizzani. L'amianto nell'ex scuola Do.Re.Mi. Diverto c'era, come dimostrano i rilievi eseguiti dalla ditta incaricata dei lavori di demolizione ma, fortunatamente, nelle ceneri residue dell'incendio le fibre di amianto sono sparite. Nel documento si legge "assenza fibre di amianto" come hanno rivelato oggi  l'assessore ai lavori pubblici Amerigo Olive e il dott. Michele Basciano.
 
 
L'ASSESSORE OLIVE - "Fin dal primo momento – ha spiegato Amerigo Olive, Assessore Lavori Pubblici XIII Municipio – abbiamo cercato di essere cauti e fiduciosi, consapevoli del parere dei tecnici che ci avevano comunque rassicurato verbalmente, preoccupandoci, comunque, della salute dei cittadini e evitando falsi allarmismi. Non abbiamo risposto finora proprio perché aspettavamo l’esito di queste analisi".
 
"Parliamo, adesso, con documenti in mano perché così siamo abituati a fare al contrario di come, in questi giorni, si sono comportati taluni partiti politici, sperando, magari di ottenere consensi per una campagna elettorale fatta sulla salute dei cittadini. Abbiamo rassicurato anche il comitato genitori che si è detto soddisfatto per l’esito delle analisi. Ora – ha continuato Olive – andremo avanti con il piano sicurezza, passo dopo passo, per arrivare quanto prima alla bonifica completa dell’area".
 
I GENITORI - Adesso anche i genitori degli alunni si sentono più rassicurati. I tecnici presenti hanno anche presisato che particelle d'amianto disperse durante l'incendio si sono neutralizzate con l'altissimo calore emanato dal rogo.  Il dott. Basciani ha precisato anche che in questi giorni intanto si provvederà a ricoprire le ceneri con dei teli che assicurino la non dispersione delle ceneri. Dopodichè, quando si potrà procedere, si continuerà con la ricostruzione della scuola. 
 
IL GIALLO - La giunta Vizzani, aveva rassicurato già tutti: "Non c'è presenza di amianto". Una dichiarazione, però, che non ha mai convinto del tutto i cittadini che anche su facebook manifestavano le loro preoccupazioni. I carabinieri si sono recati ieri nell'Ufficio Tecnico del lungomare Paolo Toscanelli per acquisire gli atti relativi alle ispezioni risalenti al giugno 2011 e sequestrare tutti gli atti relativi alla scuola. I vigili del fuoco, da parte loro, hanno trasmesso il verbale dei rilevamenti sia alla magistratura che ai carabinieri di Ostia, che hanno aperto un indagine sull'episodio ma una dichiarazioni del presidente Giacomo Vizzani, in radio, aveva dipanato ogni dubbio: "Tutte notizie false". La notizia certa e vera è un'altra: ad oggi si può star tranquilli.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, l'Asl di Viterbo: "Non c'è amianto nella Do.Re.Mi. Diverto"

RomaToday è in caricamento