Ostia

Volley, la Nautilus soccombe a Macerata per 3 a 0

A Macerata le ragazze di Coach Grechi, mai in partita, giocano la partita peggiore di questa stagione

Non inizia nel migliore dei modi l'anno agonistico della Pallavolo Roma Litorale Nautilus che sul campo del Fontescodella di Macerata gioca una bruttissima partita contro la squadra di casa della Acqua Roana Mosca HD.

Il punteggio è impietoso per le ragazze di Grechi che non riescono mai a trovare continuità di gioco e soprattutto a venir fuori con il loro consueto carattere da una situazione di chiara difficoltà. Peraltro la squadra di Macerata ha condotto da subito una partita attenta in tutti i reparti e con una grande correlazione muro-difesa ha chiuso tutti gli spazi alle giocatrici lidensi: vittoria quindi meritata per l'Acqua Roana.

L'assenza di Nicoletta Cesari si è fatta sicuramente sentire, il secondo libero Ricci e l'opposto Izworska erano impegnate con l'under 16 regionale: situazioni che però non devono servire da scusante per una prova nettamente al di sotto delle capacità che la Nautilus ha fin qui messo in mostra. Purtroppo la giovanissima età delle ragazze porta a questi alti e bassi di prestazione e la sconfitta deve essere vista come un altro momento di crescita collettiva, e ovviamente da punto di partenza per affrontare le prossime partite con determinazione e grinta.

La cronaca della partita vede Grechi schierare la diagonale Genna-Razzi, centrali Rocci-Faienza, schiacciatrici Lozzi-Provaroni, libero Folco. Fin da subito si ha la netta sensazione che la squadra non è in partita soprattutto in attacco: errori diretti e difese delle avversarie impediscono alle lidensi di chiudere punti. Il primo set scivola così verso il punteggio di 25-9 senza che la Nautilus riesca a reagire. Il secondo set Grechi sostituisce Lozzi con Razzi come schiacciatrice, mentre Bernardi entra come opposto: purtroppo l'andamento del gioco della Nautilus non cambia, Arcieri entra su Genna e Lozzi ritorna in campo come opposto. Girandola di cambi che purtroppo non sortisce effetti e, a parte una buona risposta di Provaroni che metta a terra quattro palloni in attacco, il set non cambia fisionomia e si chiude 25-14.

Inizia il terzo set e si va subito sotto 2-8 al primo time out tecnico, Martinelli entra su Lozzi oggi completamente fuori partita: si vedono un attacco punto ed un muro di Rocci, gli unici per la giocatrice nell'arco di tutti i set, Provaroni risponde con due attacchi ed un muro, Razzi  e Martinelli con un attacco ed una battuta punto ciascuna. La squadra però non tiene più neanche in difesa e si viene solo aiutate dagli errori delle avversarie: secondo time tecnico sul 10-16 e chiusura set sul 25-15.

Sicuramente la peggior partita fin qui giocata dalla Nautilus, come detto sopra deve essere vista come un'esperienza utile per tornare a crescere e un maggior impegno da mettere in allenamento: le ragazze di Grechi hanno le potenzialità per farlo, devono trovare l'umiltà giusta per applicarlo. Prossimo appuntamento tra le mura amiche del Pala Assobalneari domenica 13 gennaio contro la Cosmetal Recanati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, la Nautilus soccombe a Macerata per 3 a 0

RomaToday è in caricamento