menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex Punto Verde Qualità “Madonnetta”: al Comune arrivate 16 proposte di riqualificazione

In previsione di un bando il comune aveva avviato una consultazione preliminare. Ass. Vivarelli: “Ricevuto segnali di forte interesse”

Si è conclusa la consultazione preliminare per l’ex Punto Verde Qualità della Madonnetta. E’ il secondo su cui il Campidoglio avvia questa procedura. Una sorta di sondaggio di mercato, in previsione d’un futuro bando di assegnazione.

Un polmone verde lasciato all'abbandono

“Sono pervenute al Dipartimento Patrimonio e Politiche Abitative ben 16 proposte per il recupero e la riqualificazione di questo grande parco di circa 200.000 mq nella zona Acilia Madonnetta nel Municipio X - ha commentato l’assessora comunale al Patrimonio Valentina Vivarelli che lo ha descritto come - un importante polmone verde per troppi anni lasciato colpevolmente nell’abbandono e in balia di atti di vandalismo”.

L'ex PVQ Madonnetta

Nei suoi 20 ettari di superficie, l’ex PVQ ospitava impianti sportivi come piscine, palestre, campi da tennis. Ed ancora rettangoli da beach volley, calciotto e calcio a 5. Un piccolo gioiello che al suo interno vantava anche la presenza di casali, destinati ad ospitare servizi pubblici e spazi ludici per bambini.
 
L’area, la cui concessione è stata espunta già sotto l’amministrazione di Marino, nel corso degli anni ha subìto reiterate incursioni vandaliche. Più volte, al suo interno, sono stati segnalati incendi e con il trascorrere del tempo gli impianti presenti si sono progressivamente depauperato, rendendo difficile anche una sua possibile riqualificazione.

La soddisfazione del Campidoglio

Prima di impostare un progetto di recupero, com’è già accaduto con l’ex PVQ Città del Rugby di Spinaceto, l’amministrazione ha deciso di lanciare una consultazione preliminare di mercato anche per “la Madonnetta”. I sedici progetti arrivati, per l’assessora Vivarelli, “rappresentano un segnale forte di interesse e partecipazione”.

“Sugli ex Punti Verdi Qualità abbiamo tracciato una strada precisa di rilancio e valorizzazione delle aree nell’esclusivo interesse pubblico” ha ribadito la titolare, in Giunta, della delega ai PVQ. “Un successo che nasce dalla volontà dell’Amministrazione di voler venire incontro alle tante istanze dei cittadini, dei comitati di quartiere e delle associazioni che - ha ribadito Vivarelli - da anni chiedono di intervenire per restituire al territorio un polo sportivo ricreativo importante per l’intero Municipio”.

L'iter amministrativo

Ora, fa sapere l’assessora al Patrimonio, “È stato avviato il tavolo tecnico interdipartimentale tra Dipartimento Patrimonio e Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica per l'esame dei progetti. Questo ci permetterà di chiudere l’iter procedurale e scegliere le progettualità migliori così da poter avviare i lavori di riqualificazione e restituire finalmente il Parco, fruibile e rinnovato, ai cittadini”. 

Cosa sono i Punti Verde Qualità

I Pvq sono aree verdi di proprietà di Roma Capitale, che l'amministrazione ha lasciato in concessione ai privati, senza alcun bando di gara, per trentatre anni. Gli imprenditori, in cambio della manutenzione del verde, potevano così avviare delle attività commerciali. Per farle partire, queste società private- spesso con solo 10mila euro di capitale sociale - hanno potuto disporre di prestiti milionari. II Comune infatti si è impegnato con due istituti di credito, garantendo il 95% degli importi necessari per realizzare tali impianti.  Complessivamente l'operazione, condotta a cavallo delle amministrazioni Veltroni e Alemanno, ha portato il Comune di Roma a concedere fidejussioni per centinaia di milioni di euro. Un investimento fallimentare che ha creato un debito monstre nelle casse di Roma Capitale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento