Acilia Acilia / Piazza dei Sicani, 9

Presi i ladri di Acilia: anche il presepe "fa brodo"

La Polizia ha rintracciato una banda di ladri che aveva commesso dei furti ad Acilia. Tra la refurtiva anche oggetti di scarso valore come ad esempio un minipresepe. Arrestati anche altri 2 ladri

 Una banda composta da sei cittadini dell'est Europa è stata fermata dagli agenti del Commissariato di Tor Carbone. I sei ladri, dediti ai furti di appartamento, sono stati catturati a più riprese. In particolare i primi due ad essere catturati sono stati A.K., 41enne georgiano e O.O., 34enne lituano, colti  in flagranza di reato lo scorso 20 gennaio. I due vestiti di tutto punto avevano comunque dichiarato di dormire in rifugi di fortuna. La questione ha insospettito gli inquirenti che hanno continuato a tenerli d'occhio. 

I due sono stati notati mentre salivano a bordo di un veicolo condotto da B.A., 27enne romeno, ed insieme i tre si sono diretti fino piazza Sicani, nei pressi della stazione ferroviaria di Acilia, dove hanno parcheggiato il veicolo intestato ad un pregiudicato italiano. Tenuti sotto controllo per alcuni giorni, ieri pomeriggio sono stati fermati e perquisiti. Il mazzo di chiavi che uno di loro possedeva ha permesso agli agenti di entrare in un appartamento di piazza Sicani 9.
All’interno gli agenti si sono trovati davanti una stanza piena di oggetti rubati tra cui orologi, anelli e bracciali, personal computers, i pod, fotocamere e telecamere digitali. Ma siccome tutto "fa brodo" i ladri avevano rubato anche 3 pistole e ad un mini presepe. A.K., O.O., B.A., insieme ad altri 3 stranieri di origine lituana, presenti nell'appartamento al momento del blitz della Polizia, sono stati fermati per ricettazione e possesso di armi clandestine. Mentre M.T. e B.A. sono stati denunciati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L’intestataria del contratto di locazione, una donna ucraina di 55 anni, invece è stata denunciata in stato di libertà per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, in quanto i cittadini extracomunitari non erano in regola con la normativa sul soggiorno.
 
Le azioni della Polizia di Alicia sono continuate, infatti altri 2 moldavi sono stati arrestati in flagranza di reato per tentato furto aggravato. In particolare sono stati sorpresi da un agente libero dal servizio mentre rubavano nei pressi di via Don Primo Mazzolari.
L’agente ha immediatamente bloccato P.V. 31enne, che ha cercato di disfarsi di un grosso cacciavite e di un trancia fili da elettricista. Non ha potuto farla franca neanche il secondo ladro P.D. 32enne. I due moldavi sono stati arrestati per tentato furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e possesso abusivo di arnesi atti allo scasso.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presi i ladri di Acilia: anche il presepe "fa brodo"

RomaToday è in caricamento