Mercoledì, 4 Agosto 2021
Acilia Acilia

Acilia, arrestato per maltrattamenti in famiglia

L'uomo è stato sorpreso dai Carabinieri subito dopo aver malmenato la moglie e la figlia, terrorizzando i familiari con un grosso coltello da cucina. L'aggressore è stato portato al carcere di Regina Coeli

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Acilia hanno arrestato un cittadino egiziano di 58 anni con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. L’uomo era da tempo separato dalla moglie pur continuando a condividere con lei lo stesso appartamento.

Alle 22 di ieri l’uomo, dopo l’ennesimo litigio con la moglie, è sceso in strada e si sarebbe scagliato anche contro la figlia di 17 anni che si trovava in compagnia di alcune amiche, colpendola con calci e pugni. Una segnalazione giunta al “112” ha permesso ai Carabinieri della Stazione di Acilia di intervenire prima che la situazione potesse degenerare. La ragazza è stata trasportata d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Grassi di Ostia dove è stata giudicata guaribile in 10 giorni. I militari hanno scoperto solo successivamente che l’uomo aveva instaurato in casa un vero e proprio clima di terrore, situazione che non era stata denunciata dalla moglie per paura dell’aguzzino e per salvaguardare i propri figli. Nella camera da letto, durante la perquisizione effettuata dai carabinieri, sono stati sequestrati due grossi coltelli da macellaio. Per l’uomon si sono spalancate le porte del carcere di Regina Coeli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acilia, arrestato per maltrattamenti in famiglia

RomaToday è in caricamento