Ostia Ostia / Lungomare Amerigo Vespucci, 45

Ostia, colto da malore in acqua: 16enne muore dopo 5 giorni d'agonia

È morto il ragazzo che lo scorso 30 giugno era stato ricoverato presso l'ospedale Grassi in seguito a una congestione mentre era in mare all'altezza dello stabilimento Mariposa ad Ostia

E' durata cinque giorni l'agonia di un giovane ragazzo e della sua famiglia. Il 16enne, lo scorso 30 giugno, era stato ricoverato all'ospedale Grassi di Ostia in seguito a una congestione mentre era in mare all'altezza dello stabilimento Mariposa. Una bibita ghiacciata, poi il bagno in mare e il malore. I sanitari dell'ospedale Grassi hanno dichiarato martedì pomeriggio la morte cerebrale del ragazzo.

È quanto si apprende dalla Capitaneria di Porto di Roma. Secondo una prima ricostruzione il 16enne avrebbe ingerito una bibita gelata prima di tuffarsi in acqua. Il giovane dopo aver accusato il malore in mare ha cercato di raggiungere il pattino dove c'erano i suoi amici ma non ce l'aveva fatta ed era stato immediatamente soccorso dai bagnini che gli avevano anche effettuato un massaggio cardiaco. I tentativi però sono stati vani nonostante fosse stato trasportato in codice rosso al nosocomio lidense. L’epilogo è stato tragico. Si tratta del primo grave episodio della stagione estiva.  L'autopsia verrà effettuata nei prossimi giorni. 
 
Adesso il caso è nelle mani dell’autorità giudiziaria, fanno sapere dall’ufficio della dottoressa Climene Pistolesi, direttore dell’ospedale Grassi. "La morte del 16enne a Ostia, colto da malore, deve far riflettere - si legge in una nota del Campidoglio -. Ci vuole più informazione sui pericoli che corrono i bagnanti, più conoscenza sui rischi di un bagno in mare, dopo aver consumato un gelato o un pasto".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, colto da malore in acqua: 16enne muore dopo 5 giorni d'agonia

RomaToday è in caricamento