Martedì, 28 Settembre 2021
San Lorenzo San Lorenzo / Via Cesare de Lollis

San Lorenzo, il Municipio è a caccia di sponsor per l'area verde di via de Lollis: “Sarà un parco pubblico”

Nello spazio inutilizzato un parco con area giochi e playground Del Bello: "Bando pubblicato entro 10 giorni". Assessore Fabiano: “Vogliamo anche rendere visibili i reperti archeologici sottostanti”.

C’è un’area verde in via De Lollis, adiacente la mensa universitaria, che attende da anni di essere riqualificata. Doveva essere prima un parcheggio multipiano con tanto di  piscina. Diventerà invece un giardino pubblico.

La delibera del Municipio 

Il Municipio II, convinto della strada intrapresa, ha approvato anche una delibera di Giunta. Prevede che per reperire i fondi necessari a realizzare il progetto serva una sinergia pubblico privato, da attivare attraverso una sponsorizzazione. Il bando non è stato ancora pubblicato ma dall’ente di prossimità si respira ottimismo.

“In via del Lollis, all’angolo con via dei Dalmati, c'è un'area che in parte è di proprietà dell'Università. Un tempo lì c'erano un campo da calcio e dei campi da tennis. Con La Sapienza abbiamo concordato un intervento condiviso e lì presto sorgerà un parco, con una piccola area giochi ed un campo polifunzionale aperto a tutti, quindi anche agli studenti dell’ateneo” ha spiegato Rino Fabiano, l'assessore municipale all'Ambiente, al Verde pubblico ed allo Sport.

I ritrovamenti archeologici

In quell’area, posta difronte ad uno degli ingressi dell’Università, erano però previsti altri progetti. Inizialmente doveva ospitare un parcheggio multipiano ma i sondaggi archeologici hanno mostrato la presenza d'importanti resti archeologici. All'epoca dello scavo la Soprintendenza aveva spiegato che “Il sito in esame sembra possedere grandi potenzialità per la ricostruzione storica della città più antica, essendo stata raggiunta la superficie di un giacimento archeologico che promette di fornire ai ricercatori molteplici dati, stratificatisi in un periodo che abbraccia quasi dieci secoli”. La villa romana, i marmi policromi e le nicchie scolpite hanno rappresentato, un ostacolo inatteso che ha finito con il far naufragare il progetto, con la soddisfazione dei residenti che non avevano gradito l'idea d'un parcheggio multipiano.

La trasformazione dell'area

Intanto per garantirne la conservazione, i reperti sono stati interrati e l'area ha continuato a restare off limits per i residenti. Non per molto. L'ente di prossimità non ha mai smesso di puntare su quello spazio inutilizzato che, al contrario, vorrebbe si vorrebbe ora destinare al pubblico. “In un quartiere densamente popolato ma povero di aree verdi – ha sottolineato Fabiano – riusciremo a realizzare uno spazio importante per chi vi abita ed anche per chi vi studia. Lì vogliamo anche sistemare una grande lastra che consenta, a chi frequenterà lo spazio, di poter ammirare i reperti ”. Dipenderà dalle sponsorizzazioni che con la delibera del Municipio potranno essere attivate.

Una riqualificazione a lungo attesa

“L'ufficio tecnico del Municipio  sta già lavorando alla pubblicazione della manifestazione d'interesse che sarà pubblicata entro dieci giorni- ha spiegato la minisindaca Francesca Del Bello - il progetto, tra l'area per il gioco libero, il playground, un boschetto ed un'area giochi per bambini, consentirà di recuperare uno spazio importante". La riqualificazione dello spazio, quindi, avverrà in base ad un progetto ben definito che l'ente di prossimità ha dichiarato di aver concordato con i cittadini. Una differenza sostanziale rispetto a quanto accaduto in passato quando, i residenti, si erano improvvisamente dovuti confrontare con il progetto del parcheggio multipiano. “Cinque anni fa, portai l'allora candidato di centrosinistra Riccardo Giachetti a visitare i tre nodi irrisolti del Municipio II: vale a dire Villa Massimo, via Como e via Cesare De Lollis. Oggi - ha concluso la presidente Del Bello - posso dirmi soddisfatta perchè li abbiamo sbloccati tutti e tre”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Lorenzo, il Municipio è a caccia di sponsor per l'area verde di via de Lollis: “Sarà un parco pubblico”

RomaToday è in caricamento