rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
San Lorenzo San Lorenzo / Piazza di Porta Maggiore

Porta Maggiore, scritte contro i carabinieri: "Lo stato stupra"

Una grande scritta su un muro a Porta Maggiore lancia un chiaro messaggio contro i carabinieri: "Cie Caserme Carabinieri Lo stato Stupra". Continuano dopo il sit in davanti alla caserma del Quadraro le manifestazioni di dissenso

porta-maggiore-fotoUna mega scritta campeggia su un muro a Porta Maggiore e, stavolta, la mano accusatrice è rivolta verso i carabinieri e lo stato. A caratteri cubitali si legge: "Cie Caserme Carabinieri Lo stato stupra". A far conoscere questa scritta è il sito Indymedia che ne pubblica le foto.
Questo è un nuovo caso, forse marginale, ma che testimonia quanto la vicenda della denuncia di stupro presentata dalla donna fermata nella caserma al Quadraro e rivolta ai carabinieri stia destabilizzando l'opinione pubblica, già scossa dai diversi casi di stupro avvenuti a Roma negli ultimi tempi e, non ultimo, dalla scoperta che la denuncia dello violenza alla giovane spagnola era un falso. L'arma è già stata coinvolta da una protesta in merito a questa vicenda: sabato mattina donne, attiviste dei centri sociali e dei collettivi della zona hanno sfilato nel quartiere, terminando il loro corteo con un sit-in davanti alla caserma del Quadraro.

Intanto, continuano le indagini che, al momento, non hanno portato a dati certi: i carabinieri negano la violenza, mentre la donna conferma la sua versione.

Foto da Indymedia


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Maggiore, scritte contro i carabinieri: "Lo stato stupra"

RomaToday è in caricamento