Mercoledì, 22 Settembre 2021
San Lorenzo San Lorenzo / Largo Degli Osci

San Lorenzo fuori controllo: tra spaccio e movida nel quartiere è emergenza sicurezza

Dopo due risse in pieno giorno, la scrittrice Melissa P. lancia l'allarme su facebook. I comitati fanno quadrato e chiedono le interventi delle istituzioni

Via degli Ausoni

Melissa Panarello accende i fari su San Lorenzo. La scrittrice autrice di "Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire" si è resa protagonista di un post di denuncia in cui racconta quanto accaduto in pieno giorno. Due risse, di domenica pomeriggio, che hanno creato panico tra i residenti. Tanto è bastato per far tornare d'attualità temi come la sicurezza e la movida nel quartiere del II municipio, ormai fuori controllo.   

LA DENUNCIA DI MELISSA P. - Sul suo profilo la scrittrice denuncia: "Alle 13 di domenica, oggi, il proprietario di un pub, un gentilissimo signore, è stato aggredito da un marocchino per ragioni che ignoro. È seguita lite concitata, botte. Adesso è stato portato all'ospedale dalla moglie, il braccio è ricoperto di sangue. Alle aggressioni notturne ci siamo abituati, a quelle diurne no. È la prima volta. Ogni giorno è sempre peggio e non ci sentiamo sicuri in nessun modo: gli spacciatori stanno a ogni angolo, si importunano fra loro, ma spesso importunano anche noi donne, ci vengono incontro con l'intenzione di toccarci e ci molestano verbalmente e ormai non solo ho paura di rientrare da sola dopo le 22, ma non riesco più a indossare niente che possa attirare la loro attenzione".

DUE RISSE DOMENICA - Secondo quanto risulta a RomaToday sono due le risse scoppiate nel volgere di poco tempo nella giornata di domenica. Si comincia poco dopo le 13:00, quando diverse segnalazioni dei cittadini indicano alle forze dell'ordine la presenza di due persone che si stavano picchiando violentemente in via Cesare De Lollis, all'altezza di uno degli ingressi secondari dell'università La Sapienza. Arrivate sul posto le volanti della polizia non hanno però trovato nessuno, con alcuni testimoni che hanno indicato i rissanti quali cittadini sudamericani. Poco dopo, intorno alle 15:30, una seconda segnalazione, sempre per una rissa. In questo caso teatro delle violenze e largo degli Osci, la piazzetta del mercato nel cuore di San Lorenzo. Anche qui una volta arrivati i poliziotti dei due litiganti non c'era però traccia.

CLIMA DI PAURA - Melissa Panarello denuncia un clima di paura ormai sempre più evidente: "Raramente si vede una pattuglia in giro, quando arriva ignora sistematicamente questi personaggi che continuano a spacciare sotto gli occhi di tutti. Quando la situazione degenera, e accade spesso, chiamiamo i carabinieri o la polizia, che arriva sempre troppo tardi. Una notte li abbiamo chiamati mentre un gruppo di venti persone si stava picchiando selvaggiamente e la centrale ci ha risposto che non avevano abbastanza uomini da mandare a placare i violenti e quindi ci hanno chiuso il telefono in faccia".

DI NOTTE - Se di giorno vince la paura, di notte le cose non vanno meglio. Basta spostarsi dal triangolo dello spaccio, tra piazza dell'Immacolata, via dei Latini e Largo degli Oscii, verso via degli Ausoni, per trovare esercizi commerciali che vendono alcol a tutte le ore. Da anni il comitato "Ausoni dice basta" si muove per cambiare la situazione. "Quel che racconta la Panarello è la verità", spiega il presidente Marco Orlandini. "Noi il problema sicurezza e di vivibilità del quartiere lo avvertiamo soprattutto la sera. Non si riesce a dormire per colpa delle migliaia di persone che si assembrano davanti alle rivendite improvvisate di alcolici. Un rumore bestiale che impedisce di vivere serenamente". Chi puo' sta cambiando quartiere, chi invece resta continua a sperare in un intervento delle istituzioni. "La neo presidente Del Bello è più sensibile rispetto al suo predecessore Gerace", continua Orlandini. "Ha capito il nostro problema e presto dovremmo incontrarla per provare ad affrontarlo insieme". Dopo la denuncia di Melissa P, i comitati stanno pensando di unire le forze e nel frattempo Orlandini lancia l'appello provocazione ai commercianti: "Anticipate la chiusura, prima delle 2. Aiutateci quantomeno ad alleviare il problema".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Lorenzo fuori controllo: tra spaccio e movida nel quartiere è emergenza sicurezza

RomaToday è in caricamento