San Lorenzo San Lorenzo

"Roma pulita solo nelle foto della Montanari. San Lorenzo affoga nei rifiuti"

Piazza del Popolo. Trastevere. Campo de' Fiori. Le strade attorno al Colosseo. Sono le fotografie di questi scorci di Roma tirate a lucido all'alba del primo gennaio, postate sulla pagina Facebook dell'assessora all'Ambiente Pinuccia Montanari, a far scattare l'ennesima denuncia da San Lorenzo. Che ormai ha il suono di un appello disperato: il quartiere affoga nei rifiuti. Perché lo scenario che si sono trovati di fronte nei giorni di festa residenti, turisti e studenti che abitano lo storico quartiere che sorge appena fuori dalle mura Aureliane è esattamente all'opposto. "Da Natale per giorni non si è visto nemmeno uno spazzino" le parole dell'assessore municipale all'Ambiente, Rino Fabiano. "San Lorenzo è sommerso di rifiuti e i cittadini continuano a segnalarci questo disastro. E ci dispiace che l'assessora Montanari mostri su Facebook una Roma pulita".

Non solo l'emergenza porta a porta che ciclicamente riempie gli androni e i cortili dei palazzi di San Lorenzo di cumuli di rifiuti. Cartacce, bottiglie di plastica, cartoni, sacchetti e resti di ogni genere sono ovunque: lambiscono le campane del vetro, strabordano dai cestini dell'immondizia, si mescolano alle foglie secce nei giardini e ai bordi delle strade, si accumulano ai lati dei marciapiedi, tra le auto e i motorini. 

Incontri, denunce e diffide da parte del municipio, che oltre all'assessore hanno visto muoversi in prima persona anche la presidente Francesca Del Bello, fino ad oggi non hanno sortito un effetto visibile. "Possiamo essere pazienti, ma siamo determinati. Vogliamo capire fino a che punto l'amministrazione comunale vuole trascinarsi questa situazione senza trovare una soluzione strutturale. Perché l'impiego di mezzi e risorse messo in campo per il centro storico qui non si è proprio visto. Zone come San Lorenzo, piazza Bologna, Parioli sono attraversate ogni giorno da non residenti, turisti e studenti. È ora di iniziare a considerare questi quartieri come una zona rossa a ridosso del Centro e trovare una soluzione strutturale e definitiva". 

L'ultimo incontro con i vertici Ama si è tenuto all'inizio di dicembre. Sul tavolo c'è la richiesta del municipio di superare il sistema del porta a porta nei cortili per optare verso isole differenziate ecologiche diffuse per decongestionare i portoni e liberare risorse per la pulizia del quartiere. "I vertici dell'azienda hanno accolto le nostre richieste ma si sono riservati ulteriori approfondimenti tecnici. Il tempo passa e intanto il quotidiano è fatto di rifiuti sparsi ovunque. Gli abitanti di San Lorenzo stanno aspettando una risposta da parte dell'amministrazione a Cinque Stelle e dell'azienda in condizioni igienico-sanitarie tremende. Non possiamo andare avanti di segnalazione in segnalazione. Vogliamo lavorare alla soluzione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Roma pulita solo nelle foto della Montanari. San Lorenzo affoga nei rifiuti"

RomaToday è in caricamento