rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
San Lorenzo San Lorenzo / Via degli Equi, 18a

Apre a San Lorenzo un emporio solidale. Beni gratis per le famiglie povere

L'immobile è stato consegnato a luglio al II municipio, è tra i beni confiscati alla criminalità organizzata. La gestione affidata a "Nonna Roma"

A fine luglio il Comune di Roma ha consegnato al II municipio due immobili confiscati alla criminalità organizzata. Oggi uno di questi è diventato un emporio solidale, che verrà inaugurato ufficialmente sabato 21 gennaio. Nel cuore di San Lorenzo, quindi, le famiglie fragili del quartiere potranno trovare un luogo in cui rifornirsi a costo zero di beni di prima necessità. 

Un emporio solidale a San Lorenzo

La novità è stata annunciata dall'assessore alle politiche sociali del II, Gianluca Bogino e dall'associazione di mutuo soccorso "Nonna Roma", che gestirà il social market sulla scia di quanto fa già in via Palmiro Togliatti dal 2021. Inserito "last minute" tra i beni per i quali Roma Capitale aveva chiesto l'acquisizione al patrimonio, il locale che si trova al civico 18/a di via degli Equi era registrato al catasto comunale già come locale commerciale e ha un'ampiezza di circa 25 mq. 

L'assessore municipale: "Sembrava impossibile"

"Devo dire la verità, quando abbiamo inserito l'emporio solidale nei progetti da realizzare il primo anno di questo mandato - ha fatto sapere Bogino - avevo il grande presentimento che stessimo di molto gettando il cuore oltre l'ostacolo. Bisognava trovare un immobile, fare i lavori, trovare le risorse economiche per la gestione, espletare tutte le procedure amministrative. Con i tempi e le difficoltà burocratiche delle amministrazioni pubbliche un anno è davvero poca cosa per fare tutto quanto". L'obiettivo, invece, è stato raggiunto. "Sarà un luogo che offrirà beni di prima necessità a costo zero per le persone in condizione di maggiore difficoltà - ribadisce l'assessore municipale -. Un grande passo avanti rispetto al modello di distribuzione dei pacchi alimentari, perché consente agli utenti di scegliere i prodotti secondo i propri gusti, le proprie necessità". La dignità, dunque, viene messa al primo posto.

L'emporio dedicato alla memoria del cuoco sindacalista ucciso dalla camorra

"L’attività si rivolgerà a nuclei familiari del territorio e del municipio segnalati dal servizio sociale municipale - aggiungono da Nonna Roma - , dalle realtà di zona ed è aperta a tutte e tutti coloro che attraversano una fase di difficoltà economica. Il locale presso cui si svolgerà il servizio, un bene confiscato alla criminalità organizzata, messo a disposizione dal Municipio II, dal 21 gennaio verrà quindi restituito alla collettività attraverso una pratica sociale e solidale, diventando presidio democratico, di legalità e giustizia". Il social market è stato intitolato ad Antonio Esposito Ferraioli, vittima innocente della camorra: cuoco a Pagani, delegato sindacale, venne ucciso a soli 27 anni nel 1978 con due colpi di lupara ancor prima di poter denunciare la fornitura di carne marcia destinata alla cucina per cui lavorava e proveniente da ambienti della camorra. All'inaugurazione dell'emporio del 21 gennaio sarà presente anche il fratello Mario, oltre alla presidente del II Francesca Del Bello, l'assessore alle politiche sociali Gianluca Bogino e la sua omologa capitolina Barbara Funari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre a San Lorenzo un emporio solidale. Beni gratis per le famiglie povere

RomaToday è in caricamento