Nomentano Casal de Pazzi / Via Nomentana

Rapinò banca in via Nomentana: incastrato dalle telecamere

Il rapinatore dopo alcuni mesi di indagini è stato individuato dalla polizia. Rapinò una banca per un bottino di 4 mila euro

L'uomo che il 17 aprile scorso rapinò un istituto di credito di via Nomentana è stato arrestato in seguito alle indagini degli investigatori del Commissariato Fidene-Serpentara, diretti dal dr. Francesco Maria Bova. All'epoca dei fatti il rapinatore stava scontanto una pena agli arresti domiciliari.

Quel giorno entrò, munito di taglierino, nell'istituto di credito, minacciando tutti i presenti per farsi consegnare il denaro in loro possesso. Il “bottino” fu di circa 4.000 euro.
Dopo aver acquisito le testimonianze delle vittime, oltre che le immagini del circuito di videosorveglianza della banca, i poliziotti sono riusciti ad individuare l’autore.
Determinanti, per risalire alla sua identità, sono stati gli accertamenti effettuati dalla Polizia Scientifica della Questura.


Infatti, oltre alle caratteristiche fisico-somatiche dell’uomo messe a confronto con l’archivio fotografico delle Forze dell’Ordine, è stato con lo sviluppo dei fotogrammi che gli investigatori sono giunti con certezza all’identificazione dell’uomo. Attualmente in carcere, M.G, queste le iniziali del 44enne romano,  dovrà ora rispondere anche per il reato di rapina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinò banca in via Nomentana: incastrato dalle telecamere

RomaToday è in caricamento