menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'odissea di via Alessandria da tre mesi "ostaggio" della voragine: il cantiere è infinito

Dal maggio scorso attività commerciali e mercato Nomentano convivono con i lavori in corso: serviranno ancora mesi per la riapertura

Serviranno ancora mesi di lavoro per chiudere il cantiere di via Alessandria. Pesa come un macigno la comunicazione di Acea al II Municipio relativa agli scavi in corso sull'arteria del quartiere Italia: la presenza di tre condotte idriche non consente lo scavo con protezioni ordinarie, così in via Alessandria sarà necessaria la realizzazione di micropali a protezione sia delle condotte che dello scavo stesso. 

Via Alessandria: cantiere infinito

Tradotto: negozi e mercato Nomentano resteranno ancora per molto ingabbiati tra transenne e mezzi di lavoro in azione. Dopo tre mesi la situazione non cambia. 

Sì perchè le attività commerciali di via Alessandria sono ostaggio del cantiere dall'inizio del maggio scorso: da quando la strada si è aperta proprio sotto gli occhi dei tecnici di via Dire Daua arrivati sul posto per la segnalazione di un "semplice" avvallamento. 

Via Alessandria nella morsa del cantiere fantasma, protestano i commercianti: "Non vogliamo sparire per una buca"

Negozi e mercato Nomentano da tre mesi "ostaggio" del cantiere

Da li un vero e proprio calvario: prima gli scavi preliminari, poi il cantiere 'fantasma' in attesa dell'intervento di Italgas, per ultimo la comunicazione di Acea che spegne le speranze di quanti avrebbero voluto via Alessandria riaperta entro la fine dell'estate. 

Tutto rimandato a data da destinarsi. Così bar, pizzerie e parrucchieri restano fagocitati dai bandoni di metallo, stessa sorte per il mercato. 
Rimossi quasi tutti i cartelli di protesta affissi dai commercianti sull'area di cantiere, sui pali della luce delle strade limitrofe rimangono solo le insegne 'fai da te': indicazioni colorate per indicare l'ingresso alternativo a via Alessandria. Li "a sparire per una buca", così recitava uno dei manifestini, non ci sta nessuno. 

Ma per liberarsi da quel cantiere così ingombrante, un vero e proprio "tappo" nell'unica strada che collega direttamente Corso d'Italia e viale Regina Margherita, bisognerà ancora attendere. 

Quando riapre via Alessandria?

"Cittadini e operatori commerciali hanno ragione a stare sul piede di guerra. Quello che è accaduto a maggio ha paralizzato una fetta di quartiere e sta danneggiando anche il Mercato, economicamente e strutturalmente" - ha commentato Valentina Caracciolo, presidente della Commissione Lavori pubblici del II.

"L'aspetto positivo probabilmente di questa odissea che ha cambiato la qualità della vita di residenti e commercianti di zona, è che si tratta di un intervento molto serio di consolidamento che metterà finalmente in sicurezza l'area". 

Tuttavia sui tempi di chiusura del cantiere ancora nessuna certezza. "In Municipio ancora non è pervenuto alcun cronoprogramma. Sicuramente saranno tempi molto lunghi ma, senza una documentazione ufficiale, è impossibile dare tempistiche" - ha detto Caracciolo raggiunta da RomaToday. 

La voragine di via Salento 

E via Alessandria non è l'unico dissesto a preoccupare il Trieste Salario: "Tra le situazioni da attenzionare c'è anche via Salento, oltre ad altri punti critici del territorio. Nei prossimi giorni - ha sottolineato Caracciolo - dobbiamo incontrare Acea per fare un quadro su tutto, dobbiamo essere pronti e sapere: c'è un tema molto serio non solo economico e di qualità della vita, ma anche di sicurezza e stabilità del territorio". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento