Venerdì, 17 Settembre 2021
Castro Pretorio Bologna / Piazzale delle Provincie

Rapina a Piazzale delle Provincie: ostaggi liberati. In due in manette

La banca Unicredit a Piazzale delle Provincie è finita nel mirino di alcuni rapinatori. Durante la rapina sono stati presi degli ostaggi che, in seguito all'intervento delle forze dell'ordine sono stati liberati

Una banca, l'istituto Unicredit, di Piazzale delle Provincie è finito nel mirino di alcuni rapinatori. Durante la rapina sono stati presi degli ostaggi che, in seguito all'intervento delle forze dell'ordine sono stati liberati. L'operazione si è conclusa senza spargimento di sangue e nessuno degli ostaggi è rimasto ferito.

Due persone sono state arrestate. Secondo quanto si è appreso, l'allarme è stato dato da un cliente che si trovava all'esterno della banca attorno alle alle 12.30. Un rapinatore armato era all'interno dell'Istituto di credito e teneva in ostaggio alcune persone mentre l'altro era fuori a fare il "palo". Tempestivo l'intervento della mobile che dopo circa venti minuti ha messo in salvo gli ostaggi e arrestato i due rapinatori.

Il panico è durato oltre venti minuti nella filiale: il rapinatore, pistola alla mano puntata verso l'alto, voleva un motorino per poter scappare. E minacciava di sparare, se non fosse stato accontentato. A raccontare la sequenza dei fatti è il direttore della sede, Ivano Laurenzi.

"Erano le 12.30 - spiega -. In agenzia c'erano un paio di clienti e otto dipendenti agli sportelli. I rapinatori erano due: uno è stato arrestato immediatamente dalla polizia, l'altro invece è rimasto dentro. Per circa 20-25 minuti, il rapinatore ha tenuto la pistola in alto, ben in vista e chiedeva che gli si consegnasse un motorino, per scappare. Diversamente, diceva, sarebbe accaduto il peggio". "Io ero al secondo piano. Ho visto la scena attraverso le telecamere - conclude. Stiamo ancora cercando di riprenderci in agenzia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a Piazzale delle Provincie: ostaggi liberati. In due in manette

RomaToday è in caricamento