rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Bologna Bologna / Via Verona

Villa Massimo, apertura vicina: "Presto l'accordo Comune-Municipio"

Lo ha spiegato a Romatoday l'assessore all'Ambiente Montanari: "A breve gli alberi e il verde verranno curati. Poi un protocollo per ridare vita all'area verde"

Villa Massimo, dopo oltre quattro anni di chiusura, qualcosa si muove. Presto "gli alberi e il verde ormai caduti nel degrado verranno curati", e "nel più breve tempo possibile", assicura l'assessore all'Ambiente di Roma Capitale, Pinuccia Montanari, interpellata da Romatoday, "verrà definito un protocollo con il Municipio II che porterà all'apertura dell'area verde". La volontà di ridare vita a quella che con il tempo è diventata una vera e propria ferita nel quartiere che si estende attorno a piazza Bologna è stata espressa ieri nel corso di un incontro tra l'assessore e la presidente Francesca Del Bello, che da qualche mese si sta occupando della vicenda.

La gestione dell'area, però, non starà in capo al municipio, così come era stato richiesto con una memoria di Giunta approvata il 12 ottobre scorso. I 7 mila metri quadrati del 'Girdino Giuseppe di Meo', questo il nome sulla carta, "resterà in capo al Dipartimento e al Servizio Giardini" ha spiegato ancora l'assessore. Il protocollo definirà le modalità per la riapertura. "Nel documento inseriremo molte prescrizioni che ci permetteranno di tutelare al meglio l'area verde: non solo gli alberi monumentali ma anche quelli di minor pregio. Se ne occuperà il Servizio Giardini". 

VILLA MASSIMO: DA 'PUNTO VERDE' A PARCO CHIUSO - LA STORIA

Il calendario non è ancora stato definito, i tempi verranno fissati nel protocollo che deve ancora essere approvato. Ma l'assessore promette: "Abbiamo intenzione di essere veloci". Il percorso che porterà alla riapertura di Villa Massimo "sarà il più condiviso possibile: verranno coinvolti anche il Municipio II e i cittadini" specifica l'assessore. E, di fronte a eventuali 'opere abusive' presenti nell'area (nel marzo 2015 il Municipio ha emesso tre determinazioni dirigenziali con ingiunzioni di demolizione) promette pugno duro: "Qualsiasi abuso verrà rimosso e contrastato. L'area verrà ripristinata al suo originale uso naturalistico". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Massimo, apertura vicina: "Presto l'accordo Comune-Municipio"

RomaToday è in caricamento