Venerdì, 18 Giugno 2021
Bologna Nomentano

Bidoni a Villa Torlonia, Legambiente: "Effettuare la bonifica al più presto"

Legambiente sostiene che occorre capire come i bidoni siano finiti a Villa Torlonia e chiede che venga al più presto effettuata la bonifica dell'area


Una notizia che fa tirare un sospiro di sollievo, quella secondo la quale i bidoni emersi durante gli scavi a Villa Torlonia per il cantiere del Museo della Shoah non contengono rifiuti nocivi. Legambiente, che aveva lanciato l'allarme, dunque si dice "tranquillizzata", anche se lo "scandalo rimane". “I risultati sui primi campioni prelevati parlano di resine ormai cristallizzate e quindi non pericolose e ci tranquillizzando per i rischi attuali per la salute pubblica, rimane certo lo scandalo di una vera e propria discarica di rifiuti chimici seppelliti in quell'area così centrale e pregiata", afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio.

Per l'associazione ambientalista è necessario fare chiarezza sulla presenza o meno di altri bidoni e sul motivo per il quale quei fusti si trovavano nella villa, cuore verde della capitale. "Il Dipartimento XII, con il quale abbiamo avuto diversi contatti, ha fatto bene a rendere noti subito i risultati, garantendo la necessaria trasparenza, ora rimangono aperte varie questioni sulle quali dovrà decidere la Procura, che sta indagando e ha posto sotto sequestro preventivo l'area: la prima riguarda la necessità di comprendere quanto estesa sia la discarica, se ci siano altri fusti sepolti e se questi contengano le stesse sostanze dei primi campioni prelevati, anche valutando il coinvolgimento dell'ARPA Lazio per le prossime analisi, in qualità di agenzia pubblica deputata a questi incarichi; la seconda rigurarda la necessità di comprendere come quei bidoni siano finiti là, chi li abbia seppelliti e in quale periodo, procedendo alla eventuale datazione dei campioni per individuare le responsabilità e punire i colpevoli, la terza riguarda la bonifica, che dovrà essere progettata ed effettuata al più presto e di certo a spese di chi ha compiuto il reato di abbandono di quei rifiuti.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bidoni a Villa Torlonia, Legambiente: "Effettuare la bonifica al più presto"

RomaToday è in caricamento