NomentanoToday

Terrore a Piazza Bologna, raggio laser contro l'asilo: tre bimbi in ospedale

Da un mese un potente raggio laser colpisce i bambini di una classe al secondo piano della scuola materna "Falcone e Borsellino". Tre i bambini ricoverati con danni alle cornee: 2 venti giorni fa e uno oggi

È tornato a colpire questa mattina il misterioso raggio laser puntato contro i bambini di una classe al secondo piano della scuola materna “Falcone e Borsellino” di piazza Bologna. Già venti giorni fa due bambini sono stati colpiti agli occhi e trasportati d'urgenza al Pronto Soccorso, dove il personale medico ha riscontrato delle lesioni alla cornea.

E oggi altri due bambini sono stati portati all'ospedale con gli occhi gonfi e lacrimanti. La preside dell'istituto, Silvia Sanseverino, ha sporto denuncia ai Carabinieri e le maestre hanno deciso di fare lezione con le tapparelle abbassate. Come dichiarato all'agenzia di stampa Agi dal presidente del Consiglio d 'Istituto Giampaolo Cutonilli , la paura e la confusione stanno crescendo tra i genitori della scuola: “Quando è successo il primo episodio, abbiamo pensato a un caso isolato. Ma oggi il raggio è tornato e non sappiamo se si tratti del gesto di un pazzo o di un bambino alle prese con un giocattolo pericoloso. La portata del raggio laser, infatti, è molto ampia ed è escluso che possa trattarsi di un oggetto in commercio. Visto che il raggio può provenire soltanto da alcuni appartamenti che si affacciano su via Cremona – ha concluso Cutonilli - sollecitiamo le autorità pubbliche ad intervenire prontamente per far luce su questa vicenda".

I piccoli sono finiti in ospedale per arrossamento cutaneo e lacrimazione agli occhi, ma non hanno subito gravi conseguenze. I bambini, accompagnati dai genitori, sono stati trasportati al Pronto Soccorso del Policlinico Umberto I dal quale sono stati dimessi senza prognosi. Uno di loro è tornato a scuola alcune ore dopo. Nel frattempo, per precauzione, alcune maestre hanno abbassato le serrande. La dirigente scolastica, Silvia Sanseverino, ha tranquillizzato le famiglie precisando che "ai carabinieri è stato richiesto di procedere a tutti gli accertamenti tecnici necessari a individuare la traiettoria del fascio di luce, per identificare i responsabili di quanto denunciato, perseguirli e punirli secondo le prescrizioni di legge".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo, per precauzione, alcune maestre hanno abbassato le serrande. La dirigente scolastica, Silvia Sanseverino, ha tranquillizzato le famiglie precisando che "ai carabinieri è stato richiesto di procedere a tutti gli accertamenti tecnici necessari a individuare la traiettoria del fascio di luce, per identificare i responsabili di quanto denunciato, perseguirli e punirli secondo le prescrizioni di legge".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento