rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Bologna Bologna / Largo Guido Mazzoni

La palestra comunale assegnata dopo 16 anni di vertenza

Il Consorzio Artiglio, che già gestisce il campo da calcio di via Boemondo, finalmente potrà gestire lo spazio. Alla consegna delle chiavi il II municipio con l'assessore capitolino allo sport Alessandro Onorato

Ci sono voluti 16 anni, ma finalmente la palestra del Campo Artiglio di fronte alla stazione Tiburtina aprirà al pubblico. L'impianto, comunale, era fermo e in forte stato di degrado a causa di una lunghissima vertenza tra l'amministrazione e il gestore, lo stesso del campo da calcio invece pienamente attivo e fruito dai giovanissimi del territorio. 

La palestra abbandonata di largo Mazzoni

Il 9 maggio, con un sopralluogo al quale hanno preso parte l'assessore allo sport di Roma Capitale Alessandro Onorato, l'omologo del II municipio Rino Fabiano e la presidente Francesca Del Bello, sono state consegnate le chiavi della struttura al Consorzio Artiglio e illustrati i lavori che rimetteranno a nuovo la palestra, che si trova tra via Boemondo e via Guido Mazzoni, proprio di fronte al piazzale Ovest della stazione Tiburtina. Si chiude così una vertenza iniziata nel 2008, sul finire della giunta Veltroni e di quella di Orlando Corsetti nell'ex municipio III, oggi II.

palestra comunale artiglio

Una riqualificazione da 300mila euro

"Il Campo verrà riqualificato e completato grazie al progetto di 300mila euro di un privato - dichiara Onorato -. Abbiamo sbloccato una pratica ferma dal 2008 e approvato dei lavori necessari che le quattro amministrazioni precedenti non avevano mai permesso. La struttura sarà ancora di più al servizio degli sportivi, delle scuole e dell’intero quartiere, grazie alle aule sociali, a una grande palestra e alle aree verdi. Ringrazio il sindaco Gualtieri e i colleghi della Giunta per aver avviato un iter amministrativo rimasto inspiegabilmente bloccato per 16 anni”. 

Tutti i lavori previsti

Il Consorzio Artiglio, secondo l'accordo per la gestione (della durata di 25 anni) in concessione del campo e della palestra, si occuperà di fornire nuovo manto in erba sintetica per i due campi da calcetto e l'adeguamento alle norme Figc del campo da calcio a 11, della manutenzione del pavimento della palestra, degli spogliatoi e dei bagni. Inoltre, è previsto un impianto solare termino, uno fotovoltaico e di un sistema di videosorveglianza e allarme. Al Consorzio in più spetterà la manutenzione e la sorveglianza del parco "Fabio di Lorenzo", che affaccia su largo Mazzoni ed è stato recentemente potenziato con una nuova area giochi. "Il privato si è impegnato a mettere a disposizione il campo da calcio da lunedì a sabato mattina per le scuole comunali e la palestra polivalente, per tre giorni a settimana compreso il sabato, in forma gratuita". 

Onorato: "Stiamo rimettendo in piedi tante situazioni abbandonate per anni"

La manutenzione, l'illuminazione e il controllo tramite telecamere permetteranno di fronteggiare i numerosi episodi di vandalismo che si sono verificati negli anni: "Interventi di cui beneficeranno tutti i residenti della zona - conclude l'assessore Onorato - perché l'impianto di via Boemondo 7, a due passi dalla stazione Tiburtina, troppe volte è stato vandalizzato. Continuiamo a lavorare sugli impianti sportivi comunali di Roma. Abbiamo ereditato una situazione disastrosa e, passo dopo passo, stiamo mettendo in campo azioni concrete per sbloccare pratiche ferme, dare certezze agli investitori e soprattutto dare la possibilità a tutti i romani di praticare sport, con tariffe calmierate, in strutture adeguate e riqualificate. Ne è un esempio ciò che accadrà al Quarticciolo con la piscina ex Azzurra 7, o al Corviale dove è in corso il cantiere per realizzare entro la primavera del 2026 il nuovo palazzetto polivalente da 700 posti".

Fabiano: "Una vittoria importante"

"La conclusione felice di questa storia - interviene Rino Fabiano - è una vittoria importantissima. E' triste che si sia dovuto attendere un tribunale, per sapere ciò che dicevamo da anni e che dal 2009 già diceva l'ex presidente Corsetti, cioè che quell'impianto era incluso nella concessione dell'intero complesso e quindi che la palestra andava aperta insieme al campo. Nessuna polemica, ma devo rilevare che la politica che ci ha preceduto non ha avuto lo stesso coraggio nostro e dell'assessore Onorato". Per Fabiano, assessore allo sport del II municipio, il passo compiuto sulla palestra comunale è solo l'ultimo di un iter che ha portato alla creazione di un vero e proprio "villaggio globale dei servizi".

Il "villaggio globale dei servizi"

Tra via Boemondo e largo Mazzoni, infatti, negli anni sono stati portati servizi e aperti spazi pubblici a disposizione di tutta la cittadinanza: "Riprendiamo possesso di un quadrante fondamentale per la città - conclude Fabiano - proprio di fronte al piazzale ovest della stazione. Lo illuminiamo, lo riqualifichiamo, ci portiamo le scuole e le associazioni del territorio. Dall'area giochi alla sala cittadina, dall'Asl all'asilo nido al centro anziani. Ora anche la palestra, che speriamo riesca ad aprire ufficialmente tra settembre e ottobre, con tantissime novità sportive, non solo basket e pallavolo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La palestra comunale assegnata dopo 16 anni di vertenza

RomaToday è in caricamento