rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Monteverde Monteverde / Circonvallazione Gianicolense

Monteverde: si allarga "la voragine della vergogna" che a marzo inghiottì il suv

La voragine non è stata riparata e con il passare del tempo le sue dimensioni si sono accresciute. Preoccupati residenti e commercianti di zona

Tra le varie immagini scattate nel 2018 per segnalare il problema delle voragini, ce n'è una che ha suscitato particolare impressione. E' stata realizzata il 13 marzo e ritrae un suv per metà inghiottito in una voragine apertasi in Circonvallazione Gianicolense. Per rimuovere quel fuoristrada, una Dacia Duster, fu necessario utilizzare un'autogru del Comando provinciale dei vigili del fuoco.

La voragine della vergogna

L'area interessata dal cedimento dell'asfalto venne tranesennata e sulla buca furono sistemate delle assi di legno. Per mesi la situazione non ha conosciuto significativi stravolgimenti. Le proteste di residenti e commercianti sono cadute nel vuoto, come ha rischiato di fare il suv pochi mesi prima. "Qui non si è visto nessuno, vergogna" hanno fatto notare alcuni abitanti, affiggendo delle strisce di cartone sull'area transennata.

La voragine si allarga

Dall'ultima protesta sono trascorsi altri tre mesi. "La voragine si è allargata – fa notare Simona Sciarra, titolare di un negozio di lampadari a Monteverde – purtroppo non riusciamo a venirne a capo nonostante io stessa abbia già fatto due esposti ai Carabinieri". La situazione, col passare dei mesi, è infatti peggiorata. "Le piogge che si sono verificate nel corso dell'ultima settimana  hanno contribuito a sgretolare l'asfalto e durante questo week-end il terreno ha ceduto ulteriormente".

Cittadini perplessi

Ora le assi non sono più in grado di nascondere la voragine. Impossibile per i cittadini determinare quali interventi siano in corso perchè, sulle transenne, non è riportata alcuna informazione. "Vorremmo sapere cosa fare per sollecitare un intervento risolutivo. Potremmo anche raccogliere delle firme - riflette la commerciante - però poi non sapremmo a chi destinarla". Le istituzioni invece dovrebbero sapere come fare per intervenire. Dopotutto l'esistenza di quella voragine non è certo passata inosservata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monteverde: si allarga "la voragine della vergogna" che a marzo inghiottì il suv

RomaToday è in caricamento