rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Monteverde Monteverde / Largo Alfredo Oriani

L'unione degli atei consegna kit di robotica alle scuole: servono per l’attività alternativa all’ora di religione

Due kit assegnati ad un istituto comprensivo di Monteverde. Irene Tartaglia (Uaar di Roma): “Così aiutiamo le scuole a valorizzare l'apprendimento durante l’ora alternativa”

Consegnati due kit di robotica alla scuola media dell’istituto comprensivo Largo Oriani, a Monteverde. La donazione è stata effettuata dalla coordinatrice romana dell’Uaar, l’unione degli atei e degli agnostici razionalistici. 

Chi ne beneficia a Roma

L’iniziativa è figlia di un bando aperto a tutte le scuole medie statali che, facendone richiesta, possono beneficiare di alcuni kit “Lego Spike”. Ne sono stati acquistati in tutto 175 ed alla scuola del municipio XII, ne sono stati consegnati un paio alla dirigente scolastica ed all'insegnante, il professor Flippo Sabani, che ha seguito un apposito corso di formazione prima di intraprendere il percorso di robotica con gli studenti. 

Un aiuto alle scuole pubbliche

“Lo scopo è aiutare le scuole pubbliche italiane, che spesso non hanno a disposizione grandi mezzi per valorizzare lo spazio di apprendimento dell’ora alternativa, fattore che spesso spinge alunni e loro genitori a non optare per la possibilità di non avvalersi dell’insegnamento della religione cattolica” ha spiegato Irene Tartaglia, coordinatrice dell’Uaar di Roma.

Uno strumento utile

“Avendo tra i nostri obiettivi la promozione della cultura scientifica abbiamo pensato di investire su uno strumento utile a insegnare le materie attualmente fondamentali per capire il presente e modellare il futuro: scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. In pratica le cosiddette materie STEM” ha spiegato Manuel Bianco, responsabile comunicazione interna ed ideatore dell’iniziativa.

La scelta del kit che è stato consegnato a 85 scuole in tutta Italia, quelle che hanno aderito al bando di Uaar, ha una motivazione stringente. “Combinando elementi di costruzione colorati, un hardware semplice da usare e un intuitivo linguaggio di programmazione – ha chiarito Manuel Bianco – si presta perfettamente all’apprendimento della didattica legata alla scienza e alla robotica nella fascia d’età 11-14”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'unione degli atei consegna kit di robotica alle scuole: servono per l’attività alternativa all’ora di religione

RomaToday è in caricamento