Monteverde Monteverde / Piazza Carlo Alberto Scotti

Piazza Scotti, conto alla rovescia per la fine del cantiere: “Dal 18 maggio viabilità riaperta”

L’annuncio della presidente di Municipio Silvia Crescimanno: quasi terminati i lavori di restyling del “cuore” di Monteverde

Dopo quasi un anno, vanno verso la fine i lavori di restyling di piazza Scotti, area nevralgica di Monteverde. E residenti e commercianti tirano un sospiro di sollievo soprattutto per l’annuncio della presidente di Municipio, Silvia Crescimanno, relativo alla viabilità: riapertura a partire da martedì 18 maggio.

“Siamo ultimando la segnaletica”, ha confermato Crecimanno, sottolineando che i lavori “hanno reso la piazza finalmente vivibile alla cittadinanza, che avrà a disposizione un ampio spazio, su cui a breve verranno installate ‘panchine intelligenti’ e presto anche dei giochi per bambini”.

Nei giorni scorsi sono stati anche piantati 14 ciliegi giapponesi e sono terminati gli interventi sui marciapiedi, rialzati, e sui parcheggi con il tracciamento di linee finalizzate a prevenire “la doppia fila incontrollata”. Crescimanno ha approfittato dell’occasione per rispondere alle critiche arrivate a inizio maggio dai consiglieri del Pd, che avevano ironicamente festeggiato i 300 giorni di cantiere.

“L’opposizione ci ha attaccato lamentando 300 giorni di cantiere, un tempo lungo sicuramente che è stato fonte di disagio per la cittadinanza, reso ancor più insostenibile dalle polemiche di chi, può vantare ben zero giorni di cantiere non avendo fatto mai nulla per questo Municipio nonostante i 23 anni di governo ininterrotti”, ha detto Crescimanno, aggiungendo che “ci dispiace per il loro fegato, noi continueremo a lavorare per il bene comune. Ovviamente non possiamo aspettarci nulla di più, da chi coscientemente non si è attivato per la cittadinanza quando ne aveva la possibilità e oggi si lamenta di chi ripara il loro nulla”.

Nei giorni scorsi il Municipio aveva anche dato cenni di apertura sulla vicenda di Alfredo Tocci, titolare della storica edicola di piazza Scotti a rischio sfratto e chiusura per un abuso legato all’occupazione del suolo. La questione, insieme con quella della viabilità e dell’avanzamento dei lavori, era stata sollevata anche dal consigliere Giovanni Picone, capogruppo della Lega in Municipio, con un’interrogazione a risposta scritta presentata a inizio aprile.

Nella risposta all’interrogazione, il Municipio ha spiegato che la giunta ha chiesto uno studio di fattibilità tecnico-giuridico “sulla collocazione di una edicola al centro di piazza Scotti e la successiva predisposizione di tutti gli atti necessari per l’avvio del necessario procedimento amministrativo”. Ha quindi ricordato che nel progetto “era comunque previsto il posizionamento dell’edicola all’angolo di via Jenner e via di Monteverde”.

Restano comunque ancora perplessità sul traffico, nonostante l’annuncio della riapertura della viabilità, principalmente per le chiusure operate per i cantieri Acea, in primis in via Crivelli: eventuali modifiche alla viabilità verranno effettuate dopo un periodo di monitoraggio dei flussi di traffico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Scotti, conto alla rovescia per la fine del cantiere: “Dal 18 maggio viabilità riaperta”

RomaToday è in caricamento