rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Monteverde

Accordo tra Comune e ambasciata russa sul muro pericolante. Dopo due mesi riapre la strada

Il Campidoglio installerà una barriera provvisoria di cemento per consentire la riapertura del tratto di via delle Fornaci chiuso per timore di cedimenti del muro di cinta di Villa Abamelek

Dopo due mesi di traffico "impazzito", partono finalmente i lavori per la messa in sicurezza del muro di cinta di Villa Abamelek, sede dell’Ambasciata della Federazione russa, il cui stato pericolante aveva portato alla chiusura preventiva di un tratto di via delle Fornaci, importante strada che collega via Aurelia Antica a via Porta di Cavalleggeri, e dunque Monteverde a San Pietro.

Lo ha annunciato l'assessora ai Lavori Pubblici di Roma Capitale, Ornella Segnalini, a margine di una riunione tecnica operativa che si è svolta presso l’assessorato e cui ha partecipato una delegazione dell’Ambasciata della Federazione russa: “Martedì il Dipartimento Csimu può iniziare i lavori per realizzare una barriera a protezione della viabilità - ha detto Segnalini - Pertanto, appena terminato l’intervento la strada potrà tornare di nuovo fruibile a tutti. La riunione con la delegazione russa è stata estremamente proficua per la definizione degli aspetti tecnici, sono molto soddisfatta per la rapidità con cui abbiamo trovato la soluzione"

Il progetto prevede la realizzazione di una barriera di sicurezza provvisoria attraverso blocchi di cemento posati davanti al muro dell’ambasciata. La struttura sarà posizionata esclusivamente su area stradale di proprietà di Roma Capitale, e consentirà il transito veicolare su una corsia di larghezza ridotta. L’intervento, finalizzato a risolvere esclusivamente i problemi della viabilità, sarà completamente a carico di Roma Capitale, mentre l'ambasciata si occuperà di fare tutte le verifiche necessarie sulla stabilità delle alberature, eventualmente procedendo all’abbattimento di quelle pericolanti, per consentire l’avvio dei lavori del Csimu. 

Un intervento necessario, quest'ultimo, anche alla luce del crollo avvenuto lo scorso 5 dicembre: un albero all'interno delle mura di cinta di Villa Abamelek era caduto all'altezza di via Aurelia Antica sfondando la recinzione e trascinando con sé detriti e pezzi di muro che erano crollati su un'auto di passaggio, distruggendo il parabrezza e rischiando di ferire gravemente la donna alla guida. L'incidente aveva alimentato le proteste legate ai problemi alla viabilità causati dalla chiusura di un tratto di via delle Fornaci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo tra Comune e ambasciata russa sul muro pericolante. Dopo due mesi riapre la strada

RomaToday è in caricamento