Monteverde Monteverde / Piazza San Giovanni di Dio

Si accelera sul mercato di San Giovanni di Dio: "A gara nel 2022". Al via modifiche al progetto

Prima urgenza l'individuazione di un'area adeguata dove spostare i banchi durante il cantiere. Tra le ipotesi via Quirino Majorana

Modificare il progetto con alcuni accorgimenti, definendo al più presto la questione dei parcheggi, renderlo esecutivo e, ancor più urgente, individuare un'area adeguata dove spostare i cento banchi mentre il cantiere sarà aperto. Il Campidoglio vuole accelerare sui lavori al mercato di San Giovanni di Dio. Il presidente della commissione Commercio Andrea Alemanni ha parlato di "messa a gara entro il 2022". Cuore pulsante del quartiere Monteverde, tra i più grandi di Roma, il plateatico attende da secoli un progetto di riqualificazione. 

Al momento esiste un preliminare frutto di un concorso di idee lanciato dall'ex amministrazione M5s e ci sono i fondi a bilancio, quasi 4 milioni e mezzo di euro recuperati con un apposito emendamento in fase di voto alla manovra (inizialmente erano stati stralciati). "Ci diamo un mese e mezzo al massimo per chiudere il progetto con tutti gli accorgimenti eventuali aggiuntivi, entro l'anno dovrà essere esecutivo e andare a gara" spiega Alemanni. Con lui a lavoro sul dossier il dem Lorenzo Marinone. "Fondamentale è che la macchina amministrativa si sia attivata - commenta - ora si entra nel vivo della seconda fase che prevede la progettazione definitiva ed esecutiva". 

Tre i punti da studiare a stretto giro. L'aumento di parcheggi dato l'elevato afflusso di utenti nell'area. Al momento, nel progetto attuale, ne sono previsti a livello sotterraneo, insieme ai magazzini delle attività commerciali, circa 70. Un numero esiguo se proporzionato a quello delle attività commerciali, un centinaio. Secondo punto, definire esattamente la tipologia di attività commerciali che insisterà sull'area. "Questa è un'attività che va fatta insieme al municipio, dando anche un'indicazione di quella che secondo noi deve essere la nuova vita del mercato" spiega Alemanni. "Nel progetto, per fare un esempio, ci sono già previste aree di somministrazione che consentono l'accorpamento di più banchi tipo, ma se pensiamo ad allargarle è il caso di intervenire subito". 

Dove spostare i banchi

Terzo punto: dove verranno dislocati i banchi mentre il cantiere, che certo non durerà meno di un anno, sarà in corso? La domanda è tra quelle più urgenti e prioritarie e la competenza nello specifico è del XII municipio. Al momento circolano due ipotesi: l'area di via Quirino Majorana dove a oggi vengono effettuati i vaccini covid, o in via Ghislieri optando per la chiusura al traffico della strada. "Si tratta forse del problema principale" commenta ancora il presidente Alemanni. E qui la palla passa appunto al parlamentino di via Fabiola. 

Il progetto vincitore

Tornando al progetto al momento sulla carta, ne ricordiamo gli aspetti principali. Il concorso di progettazione bandito dal Comune di Roma insieme all’Ordine degli Architetti della Capitale è stato vinto dai professionisti Giorgio Scarchilli (mandatario e responsabile del progetto), Alessandro Parena, Damiano Capuzzo e Nicola Braggio. I vincitori hanno pensato a nuova piazza caratterizzata da un andamento basato sulle modularità: box quadrati di 2,5 metri di lato e coperti, di volta in volta, da pannelli fotovoltaici, da vetro o da altre coperture, assemblati in due file da quattro, ricavando così un modulo da 8. Quattro di queste modularità costituiranno un rione mercatale. Tanti rioni assemblati, con al centro una piazza, andranno a disegnare il "mercato rionale".  

L'intero design è pensato, in stile contemporaneo, con molto vetro e trasparenze. Nel mercato non mancheranno bar, food court, uffici, servizi igienici e spogliatoi. Sotto il mercato, un garage per lasciare l'automobile. Prodotti di merce varia alimentare e non alimentare, ortofrutta e altre merceologia di vendita si potranno trovare fra i banchi dell'area. A completare il progetto, alcune aree sopraelevate che fungeranno da terrazze dove cittadini e utenti potranno sostare, consumare e rilassarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si accelera sul mercato di San Giovanni di Dio: "A gara nel 2022". Al via modifiche al progetto
RomaToday è in caricamento