Giovedì, 21 Ottobre 2021

Elezioni municipio XII: intervista a Elio Tomassetti, candidato presidente per il centrosinistra

Ecco quali sono le priorità per il territorio del candidato del Centrosinistra alla presidenza del XII Municipio

Il XII Municipio, tra i più estesi geograficamente della Capitale, come tutti gli altri il 3 e 4 ottobre è chiamato a rinnovare la giunta. Roma Today ha intervistato il 33enne Elio Tomassetti, vincitore delle primarie del Centrosinistra lo scorso 20 giugno e candidato presidente. Dalla manutenzione delle aree verdi e dei luoghi di aggregazione al rilancio di Villa Pamphilj, passando per la cura delle periferie e l'edilizia scolastica, ecco i temi trattati e le idee del candidato. 

Cura del verde - il "caso" del giardino "Gianni Rodari"

Un’amministrazione seria, secondo Tomassetti, non dovrebbe fare spot elettorali: quando si inaugura un parco, vanno messi a bilancio immediatamente i fondi per la manutenzione e istituito un coordinamento con gli enti competenti affinché non succeda mai più, in nessuna delle aree verdi del territorio, che ricadano nel degrado. "La mancanza di programmazione ha caratterizzato il Municipio fino ad oggi", sottolinea il candidato Pd. Per Tomassetti bisogna ripartire dai luoghi di aggregazione mettendo a bilancio fondi per una manutenzione continuativa, progressiva e seria.

Villa Pamphilj

Nel corso degli anni secondo Tomassetti la villa storica è peggiorata, come manutenzione e come gestione dei manufatt al suo internoi. La Villa non ha servizi igienici pubblici aperti, ben due punti sarebbero ideali e andrebbero messi a bando, bisogna inoltre ricreare il punto jogging mai messo a bando. La competenza è del Comune di Roma, in altri casi è del Ministero, ma è il Municipio che fa regia dal basso. Per il candidato, Villa Pamphil dev’essere una infrastruttura leggera, i sentieri vanno rimessi in sesto e bisogna creare una pista ciclabile leggera che la unisca da un capo all'altro. Battaglia seria sulla salvaguardia dei pini, molti sono malati e nulla è stato speso per salvarli tramite endoterapia. Bisogna tutelare il patrimonio di flora e fauna. 

Rilancio delle periferie

"Basta parlare di distinzione tra centro e periferia" l'appello di Tomassetti, che fa suo il punto programmatico di Roberto Gualtieri sulla Roma città della prossimità e dei 15 minuti. Bravetta, Pisana, Massimina e Casal Lombroso non hanno centri di aggregazione e luoghi di cultura, bisogna quindi ripartire da trasporto, dai servizi essenziali, dalle infrastrutture, nel caso di Massimina va portato addirittura il depuratore, ma bisogna anche far salire di livello i quartieri. Municipio e Comune devono fare in fretta.

Edilizia scolastica

"Poco è stato fatto finora nella manutenzione", l'affondo di Tomassetti. L’unico monitoraggio per l’adeguamento antisismico risale al 2010. Bisogna quindi ripartire da quello ma anche da una seria programmazione, molti dei fondi straordinari che arriveranno alla Capitale insisteranno sulle scuole, "ma non usiamoli solo per infissi e cornicioni", bisogna rendere le scuole luoghi colorati e accoglienti. Lavorare ogni giorno per ripensare gli spazi antistanti alle scuole. 

Leggi anche: Chi è Elio Tomassetti, candidato presidente del XII Municipio per il Centrosinistra

(riprese e montaggio di Veronica Altimari)

Video popolari

Elezioni municipio XII: intervista a Elio Tomassetti, candidato presidente per il centrosinistra

RomaToday è in caricamento