menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via di San Pancrazio, crolla muro a novembre: dopo 4 mesi è ancora in strada

Un lettore ci segnala la presenza di pezzi di muro sulla strada da novembre. Il muraglione è di un privato. L'assessore Scamardì (XII Municipio) ci informa: "Ieri il nulla osta per i lavori"

Via di San Pancrazio. Era il 24 novembre quando una parte di muraglione affacciato sulla strada è crollato, forse per maltempo. Nessun ferito, la strada è stata chiusa, sul posto vigili del fuoco e polizia municipale. Oggi, 14 marzo, quasi quattro mesi più tardi, quel muro è ancora lì. 

E' un lettore a segnalarlo: "Sono state apposte solo delle recinzioni e delle travi di sostegno sulla parte che ancora non è crollata, ma terra e detriti invadono tuttora la strada, dimezzandone l'ampiezza con ovvie e pesanti ripercussioni sul traffico locale. E non si vede l'ombra di una ruspa che inizi almeno a togliere di mezzo terra, mattoni e radici di alberi". Già, nessuno è ancora intervenuto.  

Il tratto di muro crollato misura circa 20 metri e risale alla fine dell'800. E' di proprietà privata dei Pallavicini e fa parte della Villa di Vigna del Vascello che si trova in via di San Pancrazio. Al momento del crollo fecero sopralluoghi sia i tecnici della Sovrintendenza capitolina che della Soprintendenza per i Beni Archeologici. 

Per informazioni sullo stato dei lavori ci rimandano da un ente all'altro. Il muro è privato, è vero, e la messa in sicurezza è pure. Ma il crollo interessa una strada pubblica. Dal XII Municipio l'assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Scamardì, ci fa sapere che il nulla osta della Soprintendenza per far partire il cantiere è arrivato proprio ieri, giovedì 13 marzo, e che dal parlamentino stanno preparando l'Osp per i lavori. Qualcosa, forse, si muove. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento