Mercoledì, 17 Luglio 2024
Monteverde Monteverde / Via Federico Ozanam

Chiude il centro vaccinale, municipio in pressing sulla Asl: "Grave rischio per il territorio"

Il presidente del XII parlamentino: "Una chiusura che mette a rischio il processo di immunizzazione". La spiegazione dell'azienda sanitaria

"È fondamentale che la popolazione locale abbia accesso a un centro vaccinale adeguato, anche nel caso in cui il centro di via Ozanam dovesse rimanere chiuso". Il presidente del XII municipio Elio Tomassetti ha accolto la richiesta del suo consiglio municipale: intervenire a seguito della chiusura del centro vaccinale di via Ozanam a Monteverde.

Presidio di fondamentale importanza durante la pandemia di covid-19, si trova in un territorio che registra il 75% dei residenti dell'intero municipio. La Asl Roma 3 ha deciso per la fine delle attività a partire dallo scorso 1 giugno, riorganizzando le agende degli appuntamenti e indirizzando gli utenti presso i centri vaccinali di via Portuense 537 e di via della Consolata 52.  Da qui l'allerta lanciata dai consiglieri di via Fabiola, che parlano di "notevole disagio per i cittadini", e l'approvazione di una mozione in aula. 

"La chiusura del Centro vaccinale Gianicolense rappresenta una grave riduzione della capacità di vaccinazione nel territorio di Monteverde, con conseguenze dirette sul processo di immunizzazione e un aumento del rischio di nuovi focolai di contagio" si legge nel testo della mozione. Nello stesso centro non si pratica soltanto la vaccinazione per il Covid ma anche quelle ordinarie quali antitetanica, antiepatite, meningococco, varicella, morbillo.

"Da subito avvierò una interlocuzione serrata con le autorità sanitarie competenti per valutare la possibilità di riaprire il Centro vaccinale di Monteverde o individuare nuovi punti vaccinali nel territorio, riconoscendo l'importanza di mantenere una rete capillare di centri vaccinali al fine di affrontare e contrastare la diffusione delle malattie in modo efficace" dichiara Tomassetti. 

La spiegazione della Asl

La ragione della chiusura? Contattata da RomaToday, la Asl Roma 3 fa sapere che si tratta di un immobile vecchio, inadeguato sul piano delle condizioni igienico-sanitarie, che i cittadini sono stati reindirizzati in centri a meno di tre chilometri di distanza e che ai loro uffici non sono arrivati reclami da parte dell'utenza. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude il centro vaccinale, municipio in pressing sulla Asl: "Grave rischio per il territorio"
RomaToday è in caricamento