Malagrotta Malagrotta / Via Romano Guerra

Avevano aggredito il capo della comunità indiana Sikh: due arresti

I due, lo scorso dicembre, avevano partecipato all'aggressione del leader della locale comunità indiana di rito Sikh al termine della sua omelia. I due avevano anche rapinato la vittima

Due degli aggressori che lo scorso 18 dicembre si erano avventati contro il responsabile della locale comunità indiana di rito Sikh, al termine di una funzione religiosa tenutasi nella chiesa di via Romano Guerra, sono stati arrestati per lesioni gravi, rapina e minacce. Si tratta di due uomini di origine indiana di 47 e 36 anni. Lo scorso 18 dicembre, il leader della comunità religiosa aveva prima subito le critiche da parte di alcuni connazionali per l’omelia pronunciata al termine della cerimonia religiosa, poi, nel tentativo di calmare gli animi, era stato aggredito e colpito ripetutamente con calci e pugni. Una volta a terra, i suoi connazionali gli avevano strappato la catenina d’oro dal collo appropriandosi anche di 500 euro in contanti che teneva nella giacca.

In seguito al pestaggio, la vittima aveva riportato lesioni gravi sul volto con la frattura del setto nasale. Le indagini degli investigatori della Digos e degli agenti del Commissariato Monteverde, intervenuti nell’immediatezza sul posto, subito indirizzate nell’ambiente della comunità religiosa, hanno permesso di risalire a due degli aggressori del capo della comunità. Sono in corso ulteriori indagini per identificare altri autori dell’aggressione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avevano aggredito il capo della comunità indiana Sikh: due arresti

RomaToday è in caricamento