La Pisana Malagrotta / Via Giuseppe Vanni

Massimina, classi al gelo alla Nando Martellini: "Da anni chiediamo un intervento"

La denuncia della preside a RomaToday. Il pd municipale: "Una vergogna dimenticarsi così di una scuola"

Immagine d'archivio

Da un paio d'anni con comunicazioni scritte e telefoniche la preside segnala il disagio, che nei giorni di gelo siberiano è diventato urgenza. All'Istituto comprensivo Nando Martellini di Massimina, in tre classi della materna, la temperatura non supera i 14 gradi. Per oggi 75 bambini sono stati spostati nello spazio del teatro. Ma la colpa non è solo di Burian, la corrente fredda che ha portato a Roma neve e ghiaccio, e che pur ha peggiorato il quadro. 

Il padiglione della materna è esposto a nord e le grandi e vetuste finestre lasciano passare continuamente spifferi glaciali dagli infissi. I riscaldamenti ci sono, ma non bastano. "In inverno il termometro non segna quasi mai più di 16 gradi" spiega a RomaToday la dirigente scolastica, dott.ssa Elisabetta Giovannini. "Negli ultimi due anni ho fatto presente la situazione al dipartimento Scuola del Comune, ma nessuno è mai intervenuto". La richiesta, in fondo, era semplice: aumentare le ore di accensione dei termosifoni, superando i limiti previsti in regime ordinario e tenendoli aperti fino a maggio. Rifare le finestre invece sarebbe di competenza del XII municipio, ma i fondi non ci sono. 

Un genitore ha proposto una soluzione quanto meno temporanea con l'obiettivo di superare l'inverno, sperando che per il prossimo si possa andare oltre la toppa d'emergenza: un climatizzatore mobile da montare nell'immediato. Ma serve un'autorizzazione municipale, che ancora non è arrivata. "Purtroppo l'urgenza è adesso, speravamo già che qualcuno intervenisse oggi, i bambini non possono restare nel teatro. Non hanno i loro bagni e i loro giochi. Non è una situazione che può protrarsi oltre". 

Commentano Elio Tomassetti, segretario Pd municipale e consigliere di via Fabiola, e Laura Di Domenico, rappresentante d'istituto e membro della segreteria Pd del territorio. "Secondo il dl 311/06 le temperature negli uffici pubblici non devono scendere al di sotto dei 20 gradi. E in una scuola si permette che arrivino a 13. Com'è possibile questo abbandono da parte delle istituzioni delle scuole del nostro territorio?". Poi l'attacco diretto alla minisindaca grilina che guida il municipio, Silvia Crescimanno: "Come si possono lasciare al freddo decine di bambini nel totale silenzio?  La presidente si vergogni". 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massimina, classi al gelo alla Nando Martellini: "Da anni chiediamo un intervento"

RomaToday è in caricamento